Ghirelli a Tuttoturris: "Caro tifoso ti scrivo..."

23.10.2020 20:04 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Ghirelli a Tuttoturris: "Caro tifoso ti scrivo..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Riceviamo e pubblichiamo comunicato a firma di Francesco Ghirelli, come sorta di risposta al nostro editoriale pubblicato stamattina, dal titolo "Caro Ghirelli ti scrivo..." (CLICCA QUI), attraverso il quale il numero uno della Lega Pro si è dimostra sensibile alle tematiche sollevate dal nostro portale in merito al rinvio di Palermo-Turris.

Caro tifoso ti scrivo perché è giusto farlo e così mi distraggo un po', e siccome sei molto lontano ti scriverò… perché prendere un aereo per seguire la propria squadra e (non) dormire in aeroporto, ai tempi della pandemia, è un atto di amore e di fede verso il calcio.

Caro tifoso ti scrivo, perché per noi la salute è stata e continua ad essere in cima alle nostre priorità a tal punto che per primi, il 21 febbraio, abbiamo fermato le partite nelle zone rosse, quando il coronavirus aveva un nome non ancora del tutto chiaro e un volto non pienamente riconoscibile.

Caro tifoso ti scrivo, perché il messaggio che ho voluto condividere con tutti i presidenti della Serie C, lo scorso 13 ottobre, va nella direzione di una presa di responsabilità collettiva. Mi raccomandai con loro: in questo momento dobbiamo evitare spostamenti in massa delle tifoserie delle squadre ospitanti perché dobbiamo ridurre, quanto possibile, il rischio di contagi. E chiedevo che si adoperassero tutti in questa direzione e come vedi un pizzico di ragione l’avevo. Stiamo vivendo una fase di precarietà e le partite possono essere rinviate financo ad un minuto dall’inizio. 

Caro tifoso ti scrivo, perché abbiamo davanti una pandemia mondiale, un nemico maledetto di fronte al quale stiamo facendo il possibile per non soccombere. L’applicazione delle regole, il rispetto dei protocolli, la corretta gestione delle informazioni, l’attenzione alle procedure sono strumenti che stiamo utilizzando assieme a tutte quelle qualità che ci rendono umani, vale a dire il tatto, la sensibilità, l’attenzione, la dedizione.

Caro tifoso ti scrivo, perché senza tanti tifosi come te, disposti a tutto per seguire la propria squadra del cuore, il nostro calcio non avrebbe un futuro. Accanto all’amore per il calcio, tuttavia, questo momento storico ci chiede di affiancare una responsabilità civica, che deve spingerci a compiere azioni per mettere in sicurezza noi stessi e gli altri.

Caro tifoso ti scrivo, perché ciascuno di noi potrebbe scrivere un libro sulla situazione che quotidianamente vive, e ti assicuro che da presidente di 60 squadre, io ne vivo e ne vedo tante, le più disparate. Ma le pagine che vorrei leggere da te, così come da tutti gli altri, sono pagine di passione, di collaborazione, anche di critica, ma una critica costruttiva.

Caro ti tifoso ti scrivo, perché, una volta messa la parola fine a questa drammatica pandemia, ti invito io allo stadio per seguire la partita insieme.

Francesco Ghirelli