Turris, pari agrodolce con il Catanzaro. Caneo: "Con l'uomo in più mancate lucidità e cattiveria, ma nel complesso la prestazione è stata positiva"

28.03.2021 20:43 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Turris, pari agrodolce con il Catanzaro. Caneo: "Con l'uomo in più mancate lucidità e cattiveria, ma nel complesso la prestazione è stata positiva"
© foto di Salvatore Varo

Un punto che serve a muovere la classifica, ma che lascia tanto amaro in bocca. Ad analizzare la gara è mister Caneo: “Avevamo preparato bene la partita e fino a quando le due squadre erano in equilibrio abbiamo avuto un bel palleggio, una bella padronanza di campo. Insomma, il confronto era aperto e vivo e mi stavo anche divertendo. Poi sono successe due-tre situazioni che anziché favorirci ci hanno un po' impedito di giocare con tranquillità, decisione e lucidità. Siamo mancati solo in quello. La squadra ha dato molto, si è impegnata tantissimo e non abbiamo trovato lo spunto giusto. Con Boiciuc abbiamo sfiorato il due a uno ed in altre situazioni abbiamo sbagliato il passaggio, però alla squadra non posso rimproverare nulla perché ci abbiamo provato fino alla fine e quindi sono contento. Resta un po' di rammarico e di rabbia perché non siamo riusciti a vincerla, però tutto si smaltisce nel giro di poche ore e si pensa subito al nostro futuro”.

In vantaggio di un gol e di un uomo, la Turris ha subito il pari due minuti dopo il vantaggio e poi non è riuscita a trovare nel secondo tempo il gol vittoria: Trovandoci con un uomo in più forse ci siamo un po' intimoriti e portato dei problemi – spiega il tecnico-, quindi non siamo riusciti a sviluppare delle situazioni favorevoli, però la squadra ha costruito e lottato. Il Catanzaro ha comunque sempre uomini importanti che ti possono colpire e nel secondo tempo abbiamo rischiato più di una volta”.

Caneo, poi, motiva così l’inversione degli esterni di centrocampo:“Volevo che entrassero dentro al campo per rifinire un passaggio filtrante o andare al tiro”. Il gol di Romano, invece, è “nato dall’attacco della linea difensiva alle spalle dei difensori e con i giusti tempi ed i modi giusti siamo riusciti a mettere avanti al portiere un nostro attaccante che ha fatto gol”.

“Errore difensivo sul gol? C’è rammarico solo non aver insistito dopo il gol – commenta Caneo-. Qualcuno ha pensato di chiudere il primo tempo sull’uno a zero, ma non è così. Abbiamo fatto due-tre errori in disimpegno, dovevamo gestire meglio una palla che avevamo noi. Forse ci mancano esperienza, cattiveria, furbizia giusta e necessaria per portare in porto anche queste partite molto difficili dal punto di vista tattico, anche con l’uomo in più”.

Infine, un pensiero al presidente Colantonio: “Avevamo lavorato tutti anche per dedicargli la vittoria al presidente. Ci dispiace non essere riusciti a regalargli una soddisfazione ed un sorriso dopo il lutto che lo ha colpito, sarà per la prossima volta e questa è una promessa che voglio mantenere”.