Turris-Caneo ai titoli di coda? Aumentano le chance del divorzio...

05.05.2022 09:44 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Turris-Caneo ai titoli di coda? Aumentano le chance del divorzio...

Nonostante le dichiarazioni, a questo punto di circostanza, pronunciate dall’ad Piedepalumbo e dal ds Primicile nel post gara con il Foggia, relative alla volontà della Turris di voler rinnovare il contratto di mister Caneo, praticamente scaduto con la fine della stagione agonistica, al momento sono molto alte le percentuali di una separazione con il tecnico sardo.

Uno scenario, se si vuole, anche abbastanza preventivabile, dal momento che il tema rinnovo non era stato affrontato concretamente finora, nonostante si avvicinasse a grandi falcate la scadenza del contratto, probabilmente frutto anche del fatto che entrambe le parti non fossero convintissime di continuare insieme il percorso.

Da una parte c’è la Turris che, essendo orientata giocoforza ad una vera e propria rivoluzione questa estate tra i vari giocatori in scadenza ed altri potenzialmente cedibili, ad oggi sarebbe maggiormente propensa ad iniziare un nuovo ciclo con un nuovo allenatore; dall’altra lo stesso Caneo, dopo essersi rilanciato sulla panchina corallina, seppur con un cammino non sempre lineare, potrebbe aver ricevuto già qualche sondaggio da altri lidi e potrebbe essere attratto dall’idea di sfruttare l’onda per giocarsi le sue carte con una società con ambizioni diverse, magari pronta a sostenere la sua filosofia con un progetto sportivo del tutto nuovo e con un maggior potere d’investimento in sede di mercato.

Un altro indizio che alimenta le ipotesi di un probabile divorzio è rappresentato anche dal fatto che in agenda non sarebbe stata stabilita nemmeno la data del presunto incontro, nel quale si sarebbe dovuto discutere del possibile rinnovo.

Nonostante ciò, c’è ancora tempo e margine per cambiare le sorti di una partita che ad oggi pende verso una consensuale e cordiale separazione. E non sarebbe la prima volta, dato che già nell’estate scorsa la conferma di Caneo arrivò quasi a sorpresa, in controtendenza con le indicazioni emerse nei giorni precedenti.