Primicile: "Settimana particolare, ma ad Avellino mi aspetto un'altra Turris. E' presto per giudizi sui singoli, sul mercato..."

27.10.2020 11:38 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Primicile: "Settimana particolare, ma ad Avellino mi aspetto un'altra Turris. E' presto per giudizi sui singoli, sul mercato..."

Nemmeno il tempo di rifiatare che per la Turris è di nuovo tempo di calcio giocato. Domani i corallini saranno di scena al Partenio per il recupero della prima giornata e dovranno archiviare la pesante sconfitta interna con la Paganese. A fare il punto della situazione in casa biancorossa è il dg Rosario Primicile:Il ko di domenica scorsa sarà sicuramente salutare. La sconfitta è stata meritata, senza alcun dubbio, ma eravamo reduci da una settimana complicata. Dopo Palermo la squadra ha sostenuto più tamponi che allenamenti, quindi non c’è stato modo di preparare adeguatamente la sfida con la Paganese sotto il profilo mentale e tecnico. Tuttavia, dobbiamo subito abituarci a questo tipo di situazioni. Il calcio ai tempi del Covid è cambiato e dobbiamo imparare a convivere con questi intoppi, che saranno sempre più all’ordine del giorno. Infatti, ritengo che la principale differenza domenica l’abbia fatta la maggior esperienza nella categoria della Paganese, più predisposta per questo tipo di partite”.

Il dg biancorosso aggiunge: “Il valore dell’Avellino è risaputo, ma mi aspetto una prova diversa della Turris rispetto a quella di domenica scorsa. Siamo una squadra che deve salvarsi e se vengono meno ingredienti come l’intensità e la concentrazione è normale che fai fatica. Il fatto che si giochi a poca distanza dalla sconfitta è meglio, così abbiamo subito una chance di riscatto”.

Primicile poi si sofferma sull’attacco, ormai quasi completo da un punto di vista numerico:Longo non è ancora al 100%, ma già domenica è stato il più pericoloso in area, pertanto il suo ritorno non potrà che farci bene. Alma è clinicamente guarito, ma ovviamente dovrà recuperare col tempo la forma migliore. Sandomenico? Il tempo dei giudizi non è questo. Dobbiamo dare tempo a tutti, poi tra dicembre e gennaio faremo le valutazioni. Finora non ha avuto molto spazio, ma domenica era difficile per chiunque entrare a gara in corso ed incidere, dato che tutta la squadra era sotto i suoi standard abituali di rendimento. Ora l'organico merita soltanto grande fiducia da parte nostra e dell'ambiente”.

Sulla possibilità d’intervento nel mercato invernale: “Il confronto col presidente, sotto questo punto di vista, è costante. Se la Turris avrà bisogno di qualche ritocco, indipendentemente dalla posizione in classifica, non ci tireremo indietro. Ma per guardare fuori a volte si trascura quello che si ha in casa, che per noi è di grande valore”.