La Turris mette la freccia: fasce rinnovate con Nicolao ed Ercolano. In dirittura d’arrivo Boccia e Caponi, veto “definitivo” su Manzi, Leonetti e Perina. Tascone via solo con la clausola…

04.07.2022 11:10 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
La Turris mette la freccia: fasce rinnovate con Nicolao ed Ercolano. In dirittura d’arrivo Boccia e Caponi, veto “definitivo” su Manzi, Leonetti e Perina. Tascone via solo con la clausola…

Comincia una settimana intensa per la Turris, dato che nei prossimi giorni sono attesi i primi annunci di mercato. Il club corallino, dopo aver rinnovato il contratto di Varutti, è pronta a rinforzare ulteriormente le corsie laterali con altri tre tasselli per completare il classico gioco delle coppie, compensando le partenze certe di Loreto e Ghislandi. Il primo per scadenza di contratto; il secondo per il mancato rinnovo del prestito dall’Atalanta.

Sulla corsia mancina, a giocarsi il posto con l’esterno friulano sarà con molta probabilità il 29enne Giuseppe Nicolao, nativo di Nocera Inferiore e attualmente svincolato, dopo la stagione divisa tra Latina e Foggia, preceduta dalle esperienze in D con le maglie di Aversa, Rotonda, Agnonese, Pineto e Nardò. Nonostante la proposta di rinnovo dei satanelli, la Turris l’avrebbe spuntata con l’offerta di un contratto biennale, strappando il sì di massima del calciatore.

Corallini attivi anche sul versante opposto, avendo ottenuto dalla Sampdoria il placet per l’arrivo del talento classe 2002 Emanuel Ercolano, che si è messo in grande mostra quest’anno in terza serie, siglando tre reti ed altrettanti assist con la maglia del Latina. Sarà lui l’erede di Ghislandi, trattandosi di un vero e proprio pallino del dg Primicile, che in tempi non sospetti aveva già evidenziato le qualità del laterale campano (“Il calciatore che toglierei al Latina? Vado controcorrente e faccio il nome di un classe 2002, Emanuel Ercolano. Non lo scopro certo io, ma sentiremo parlare a livello nazionale di questo terzino destro di spinta, originario delle nostre zone. Lo abbiamo seguito anche nelle finali scudetto Primavera disputate con la Sampdoria insieme ad altri giovani che stavamo monitorando”).

Turris attiva anche negli altri reparti. Filo diretto con il Cagliari, dal quale alla fine dovrebbe arrivare solo uno dei tre “under” sondati, vale a dire il centrale classe 2001 Salvatore Boccia, espressamente richiesto dal neo tecnico Max Canzi. Sfuma, invece, il fantasista Biancu, ceduto a titolo definitivo all’Olbia. Congelato anche il discorso per il portiere classe 2003 Andrea D’Aniello, che nell’ultima stagione ha difeso la porta della Primavera del Cagliari. Il ragazzo, almeno in partenza, sarebbe partito però alle spalle di Perina, che è stato definitivamente tolto dal mercato dopo i sondaggi infruttuosi di Cerignola e Taranto. Pertanto, il giovanissimo portiere preferirebbe un'opzione con maggiori chance per mettersi in mostra.

Così come è stato messo un veto, pressoché definitivo, anche sulla potenziale partenza di Manzi e Leonetti, per i quali c’era stato il forte interesse del Padova di Caneo. Trattativa morta sul nascere, visto che i biancoscudati avevano provato ad inserire nell’operazione solo contropartite tecniche, come Ronaldo e Monaco, ma senza un conguaglio economico concreto. Offerta lontanissima dalle richieste della Turris, disposta a privarsi delle sue colonne solo per offerte considerate “indecenti”, nonostante entrambi i giocatori vantino solo un altro anno di contratto con i biancorossi, con il rischio quindi di perderli a zero nella prossima estate (come avvenuto con Franco).

Discorso diverso per Tascone, per il quale vige il discorso della clausola rescissoria, che dovrebbe aggirarsi sui 100 mila euro. Il centrocampista napoletano partirà solo se, da qui a fine mercato, qualche squadra deciderà di esercitarla. Ma anche in questo caso la Turris non farà sconti! 

Ritornando al mercato in entrata, le prossime 24 ore saranno decisive anche per l'ingaggio del centrocampista Andrea Caponi, ex capitano del Pontedera, designato come sostituto ideale del partente Bordo. A tal proposito, è già previsto in agenda un incontro con il giocatore per mettere nero su bianco l'accordo abbozzato nei giorni precedenti.