Gioco, coraggio e lotta: la Turris ritrova vittoria ed entusiasmo!

27.02.2021 19:52 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Gioco, coraggio e lotta: la Turris ritrova vittoria ed entusiasmo!

A distanza di soli sei giorni dal brutto tracollo di Pagani, la Turris rivede la luce in fondo al tunnel, ritrovando contro la Casertana una vittoria che mancava da ben nove partite, dando un calcio alla crisi d’identità e di risultati che l’aveva attanagliata dall’inizio del girone di ritorno. Corallini apparsi rigenerati dal cambio di conduzione tecnica, con l’avvento di mister Caneo che in breve tempo sembra aver dato nuova linfa e stimoli all’organico biancorosso, nonostante le tantissime e reiterate assenze. Da promuovere, infatti, non solo i punti ma anche la prestazione che li ha determinati, dato che la Turris è sembrata totalmente un’altra squadra rispetto alle recentissime occasioni.

La compagine impaurita e remissiva degli ultimi tempi lascia spazio ad un'altra con un atteggiamento propositivo dall’inizio alla fine, che riesce a dominare il match per larghi tratti e a fare sua la partita, nonostante i soliti limiti in fase di finalizzazione. Una Turris così dominante, tra l’altro contro una Casertana che nelle ultime settimane viaggiava ad un’ottima media, al Liguori forse non si era mai vista in questo campionato.

Mister Caneo si affida a ben 6 under e schiera i suoi con un interessante terzetto difensivo, composto da due terzini, Esempio e Loreto, al fianco di Lorenzini. L’idea di base è che i due si sgancino a turno per creare la superiorità sugli esterni, ed infatti la Turris nella prima mezz’ora esercita una spinta costante sulle fasce, permettendo spesso a Da Dalt di agire uno contro uno. Il neo tecnico corallino pretende dai suoi una costruzione da dietro, limitando i lanci lunghi allo strettamente necessario (il primo lo si nota solo dopo la mezz’ora, in forte controtendenza con gli ultimi match). 

Un assetto audace, ovviamente non esente da rischi. Infatti, da un eccesso di sicurezza di Da Dalt, che non spazza via la palla da una zona sanguinosa, scaturisce il vantaggio a sorpresa della Casertana. Ma proprio in quel momento la Turris ha la forza di non disunirsi e di trovare immediatamente il pari con Lorenzini, che la riproietta con veemenza nell’area di rigore avversaria.

I corallini si distendono bene fino al limite dell’area avversaria, ma faticano a concludere a rete, con Ventola che ancora una volta appare in grossa difficoltà. I biancorossi continuano ad attaccare anche nella ripresa, ma nemmeno il neo entrato Boiciuc riesce a vedere la porta, sprecando clamorosamente da distanza molto ravvicinata. Quando le speranze vittoria sembrano ormai affievolirsi, sale in cattedra Giannone, che si conquista un penalty che lui stesso realizza, firmando un meritatissimo sorpasso. Anche sul 2-1 la Turris legittima la vittoria senza abbassarsi, ma insistendo nel suo ritmo tambureggiante e sfiorando il tris con una traversa piena di Persano.  

Gioco, coraggio e lotta: la Turris ritrova la vittoria e lo fa con entusiasmo! Il periodo nero sembra alle spalle, ma a certificare la piena guarigione dei corallini sarà un altro impegno probante il prossimo martedì, nello scontro diretto con il Potenza.