Finale turbolento a Catania - Spogliatoio danneggiato e offese all'arbitro: ammenda alla Turris, fermati Caneo e Matera!

21.11.2023 21:23 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Finale turbolento a Catania - Spogliatoio danneggiato e offese all'arbitro: ammenda alla Turris, fermati Caneo e Matera!

Sono arrivate le decisioni del Giudice Sportivo di Serie C dopo il 14° turno della terza serie Italiana. 

Ammenda di 400 euro alla Turris “per fatti violenti e contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza commessi dai suoi tesserati, consistiti nell’avere danneggiato la porta dello spogliatoio loro riservato. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13 comma 2, e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti, considerati i modelli organizzativi adottati ex art. 29 C.G.S. (r. c.c., integrazione r. c.c., – documentazione fotografica, obbligo di risarcimento danni se richiesto)”;

Un turno di squalifica per l’allenatore Bruno Caneo ed il calciatore della Turris Antonio Matera.

Il primo “per avere, al termine della gara, tenuto una condotta irriguardosa nei confronti dell’Arbitro in quanto si dirigeva verso l’Arbitro e pronunciava al suo indirizzo una frase irriguardosa. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2 e 36, comma 1, lett. a), C.G.S., valutate le modalità complessive della condotta”.

Il secondo “per avere, al termine della gara, tenuto una condotta ingiuriosa nei confronti dell’Arbitro in quanto dalla panchina si dirigeva verso l’Arbitro e pronunciava al suo indirizzo una frase offensiva. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2 e 36, comma 1, lett. a), C.G.S., valutate le modalità complessive della condotta”.