Dal Parma con furore - Lucarelli, Palmucci e Pavone: "La Turris è il passo migliore per la nostra carriera!"

21.07.2021 20:09 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Dal Parma con furore - Lucarelli, Palmucci e Pavone: "La Turris è il passo migliore per la nostra carriera!"

Un tris di prestiti dal Parma. Giovani motivati ed in cerca di affermazione. Il primo a presentarsi è Matteo Lucarelli (classe 2001), figlio del più celebre papà Alessandro, attuale dirigente del Parma: “Nonostante io sia destro e lui sinistro, come caratteristiche ci somigliamo molto. Sono un difensore a cui piace tener la palla, impostare dal basso e calciare lungo”. Il neo difensore spiega le sue precedenti esperienze e la nuova avventura in maglia corallina: “Sono stato tre anni nel settore giovanile del Parma, sei mesi all’Inter e poi negli ultimi anni sono andato in prestito. L’anno scorso sono stato a Foggia in C, invece due anni fa alla Torres. Ho accettato la Turris perché ho la sensazione che questo sia il passo giusto per la mia carriera, per il mio percorso di crescita, quindi spero di raggiungere i miei obiettivi personali e di squadra”.

Tocca, poi, a Stefano Palmucci, anch’egli classe 2001: “Ho sempre fatto il centrocampista. Sono stato impiegato come mediano, mezz’ala, però anche a me piace giocare la palla, impostare dal basso, fare i cambi di gioco. Insomma, queste sono le mie caratteristiche principali”. Come Lucarelli, anche Palmucci vede nella Turris una buona esperienza: “Ho subito accettato appena io ed il mio procuratore abbiamo ricevuto la proposta. Riteniamo che questa possa essere una situazione giusta in cui crescere, migliorare e dare una mano alla squadra per fare delle buone cose”.

Infine l’attaccante Fabian Pavone, che con Palmucci ha condiviso l’esperienza della vittoria del campionato Primavera 2 con il Pescara. È il classico esterno d’attacco, come lui stesso spiega: “Sì, ho sempre giocato come esterno destro per poi rientrare sul mio piede che è il sinistro. Rapidità e dribbling sono le mie caratteristiche principali. La scorsa stagione, poi, ho anche giocato come quarto di centrocampo”. Ha accettato la Turris perché “questa è una delle piazze più calde del girone meridionale – spiega il neo attaccante corallino-. Ieri ci hanno accolto benissimo, il mister è in gamba, quindi speriamo di fare un ottimo campionato e raggiungere i nostri obiettivi”.