Conto alla rovescia per il raduno - Caneo: "Maggiore competizione per una Turris più forte. Attacco esperto e di qualità! E se resta Pandolfi..."

09.07.2021 11:41 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Conto alla rovescia per il raduno - Caneo: "Maggiore competizione per una Turris più forte. Attacco esperto e di qualità! E se resta Pandolfi..."

Ancora pochi giorni di attesa e finalmente Bruno Caneo ritroverà la Turris, con la possibilità di poter intraprendere un lavoro direttamente dall’inizio, potendo contare sulla preparazione pre-campionato per plasmare la squadra a sua immagine e somiglianza. Un organico che sarà modellato sul 3-4-3 tanto caro al trainer sardo, così come da lui ribadito a Tuttoturris.com, pur annunciando la possibilità di modifiche in corso d’opera, come avvenuto anche nell’ultima parte di stagione: “Il 3-4-3 sarà la base da cui ripartire - ammette Caneo -. Ma potremo adottare delle varianti in base alla situazione e all’avversario che troveremo di volta in volta. Sarà una Turris senza timori reverenziali, ma che allo stesso tempo non avrà la presunzione di dominare contro ogni rivale. In qualche caso sarà necessario adattarsi alla partita e la squadra dovrà essere in grado di togliere certezze a chi la fronteggia. Sarà un campionato affascinante, più o meno con le stesse difficoltà dell’ultimo. Ma sicuramente la Turris si farà rispettare in ogni stadio!”.

Inevitabile toccare, tra i vari punti, anche il calciomercato, che la società sta affrontando sulla base delle indicazioni di mister Caneo: “Con Primicile stiamo cercando di allestire una compagine che possa raggiungere quanto prima la salvezza. Prima la raggiungiamo, prima possiamo pensare anche a qualche cosa di diverso in termini di piazzamenti. Il primo obiettivo sarà alzare la competizione in ogni reparto, nessuno deve dormire sogni tranquilli e pensare di avere il posto assicurato. Vogliamo avere due alternative di pari livello per ogni ruolo. Così facendo, si alzerà automaticamente il tasso tecnico anche dell’organico”.

Fari puntati, in particolare, sul reparto offensivo, che subirà altri ritocchi dopo l’annuncio di Leonetti: L’attacco sarà di qualità ed esperienza. Arriveranno altri giocatori importanti ma, se resta Pandolfi, ad oggi avremmo già un tridente di tutto rispetto per la categoria, insieme a Giannone e Leonetti, senza dimenticare Longo, che ci darà una fisicità importante. Santaniello? Non è il solo che può fare al caso nostro. Per ogni ruolo abbiamo una lista con più nomi sui quali puntare, pertanto non siamo preoccupati”.

Proprio in merito a Pandolfi, mister Caneo punta sulla sua permanenza: “Indubbiamente si tratta di un profilo importante, che ha bisogno di rilanciarsi e che va recuperato mentalmente. Ma a Torre avrebbe tutti i presupposti per ritrovare ritmo, visibilità e soprattutto gol…”.

L’ex Rieti conferma che da quest’anno ci sarà in organico anche un portiere senior: “Non è che non mi fidi di mettere gli under tra i pali, ma la società ha deciso quest’anno di non rischiare, attrezzando una batteria di portieri assortita con un giovane ed un esperto, in modo da prevenire qualsiasi necessità”. 

Sulle conferme: “Mi aspetto da tutti gli elementi confermati una crescita importante sul piano della mentalità e della continuità di rendimento. L’addio di Romano? Separazione non dipesa da motivazioni prettamente tecniche, ma è vero che quest’anno, potendo attingere ali offensive di ruolo dal mercato, sarebbe stato considerato un centrocampista a tutti gli effetti, impiegabile in mediana, come lo sono Franco e Tascone…”.    

In riferimento al suo ingaggio in corso d’opera nello scorso febbraio, mister Caneo rivela un retroscena: “Fui contattato dalla Turris prima della gara col Palermo. Dopo quel match infrasettimanale, la società decise di aspettare un altro test prima di adottare qualsiasi provvedimento, ma sciolse le riserve dopo la sconfitta di Pagani. Appena investito del nuovo incarico, mi sono gettato a capofitto in questa nuova avventura, per la quale continuo a nutrire buone sensazioni, così come il primo giorno…”.