Colantonio: "Turris al di sopra delle aspettative. Raggiungere la salvezza in anticipo per far sbocciare nuovi talenti..."

24.12.2020 06:01 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Colantonio: "Turris al di sopra delle aspettative. Raggiungere la salvezza in anticipo per far sbocciare nuovi talenti..."
© foto di Salvatore Varo

Sulla scia dell’ottimo pari strappato al “Liberati”, in casa della capolista Ternana, la Turris batte la Cavese e conquista tre punti pesantissimi in chiave salvezza. Gara che il presidente corallino temeva particolarmente e spiega il motivo: “Quando si fanno belle gare e subito dopo ci sono partite a stretto giro – commenta Colantonio-, si può rimanere con la testa alla partita precedente e non si guarda alla successiva. Se poi si pensa che quella precedente era contro la prima in classifica, questo ci poteva far perdere la concentrazione giusta per affrontare la partita di oggi, ma fortunatamente è andata bene”.

Turris che adesso guarda alla classifica con molta serenità, forte del suo bottino di punti che le danno un buon margine sulla zona playout: “Chi se lo immaginava di avere già venticinque punti… ed il girone d’andata non è ancora finito – commenta Colantonio-. Questi punti servono per dare tranquillità e per continuare a fare quello che stiamo facendo, cioè portare alla ribalta i calciatori giovani verso il quale il mister ha avuto sempre la predisposizione, vedi Pandolfi e tanti altri. Raggiungere la salvezza anzitempo darà la possibilità al mister e alla società di tirare fuori qualche altro talento.

Con la promozione in Lega Pro dopo venti anni nell’inferno del dilettantismo e la partenza in campionato che è andata oltre le più rosee aspettative in un girone difficilissimo, si può dire che questo duemilaventi per la Turris sia stato più che positivo: “Per l’anno calcistico non ho nulla di cui lamentarmi – afferma Colantonio-. I risultati sono in linea con gli obiettivi della società, anzi la resa è ancora più grande delle nostre aspettative. Certo, gestire un gruppo è molto difficile e questa deve essere la bravura del mister perché in mezzo al campo si dovrebbe giocare ventidue contro ventidue e allora non ci sarebbero mai riserve. L’ho detto ai ragazzi in occasione del discorso di auguri: auspico che anche i calciatori meno utilizzati sappiano capire che è importante farsi trovare sempre pronti visto che il campionato è lungo, e farsi trovare pronti vuol dire mettere la Turris in una posizione di vantaggio nei momenti di difficoltà”.