Caneo verso il Picerno: "Sosta prolungata necessaria ma dannosa. Zampa valore aggiunto, arriverà un attaccante. Rinnovo? Non è il momento..."

22.01.2022 17:36 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Caneo verso il Picerno: "Sosta prolungata necessaria ma dannosa. Zampa valore aggiunto, arriverà un attaccante. Rinnovo? Non è il momento..."

Si ritorna in campo. A distanza di un mese dall’ultima gara ufficiale, la Lega Pro riprende la propria stagione:Questa sosta prolungata non è stato un bene né per la Turris né per tutte le altre squadre – commenta Caneo-, ma sicuramente la Lega ha fatto benissimo a rinviare queste partite. Era un’interruzione che ci voleva perché ha dato modo e possibilità agli organici delle squadre di poter ripristinare un normale equilibrio di gruppo. Adesso ripartiamo con uno spirito nuovo, ma soprattutto con quelle caratteristiche fatte vedere nella prima parte del campionato”.

È cambiato qualcosa rispetto alla tabella di marcia programmata? La preparazione è rimasta più o meno uguale – afferma il tecnico di origini sarde-, mantenendo un certo tipo di carico di lavoro sia fisico sia tecnico. Abbiamo continuato a far lavorare molto bene i nostri calciatori”.

Turris impegnata a Picerno contro una squadra che, dopo un periodo difficile, si è dimostrata in netta ripresa, come conferma lo stesso Caneo: “È una partita che ci deve dare quella spinta maggiore, quella consapevolezza maggiore che dobbiamo fare un campionato importante. Nessun tipo di rivalsa per il risultato dell’andata, rispettiamo il Picerno come squadra, sta facendo molto bene, è in una condizione psico-fisica perfetta, i risultati non si fanno per caso. Dobbiamo cercare di fare il meglio possibile per batterli, fare la nostra partita, cercare di non far giocare l’avversario, creare e proporre il nostro gioco per costruire occasioni per fare gol”.

Tra i convocati ci sarà anche Nunziante che torna dopo il brutto infortunio di Foggia: “È con noi dalla fine di dicembre, quindi per me non è più una novità. Fa piacere ritrovarselo perché è un rinforzo invernale per noi. Lo stesso vale soprattutto per Ghislandi. Abbiamo perso qualcosina come forza sulla catena di destra, quindi li considero dei nuovi rinforzi.

Sull’ultimo arrivo a centrocampo, invece, Caneo si esprime così: Zampa è un valore aggiunto per un centrocampo che aveva altre caratteristiche e altre dinamiche, si aggiunge con queste qualità diverse rispetto agli altri centrocampisti”. Sfumato, invece, l’arrivo del difensore Serpe che si è accasato in B, al Crotone: “Siamo dispiaciuti perché avevamo visto bene su un calciatore con delle belle caratteristiche e qualità. Insomma, dispiaciuti per non essere riusciti a portarlo qui però per noi diventa un vanto aver visto che poteva fare sicuramente bene”.

Qualcosina, invece, dovrà arrivare in attacco per sostituire il partente Sartore: “Siamo già d’accordo con la società – afferma Caneo-, quindi ci stiamo muovendo, stiamo valutando, siamo tranquilli che arriverà”.

“Il mio rinnovo? Di qualcosina abbiamo parlato – commenta Caneo-, però è un momento in cui abbiamo nove partite in un mese e sono proiettato con il pensiero e con la concentrazione sul campo, a mettere in condizione la squadra per rendere al meglio, lavorare molto sull’aspetto mentale per continuare un certo discorso iniziato nel girone d’andata. Dobbiamo fare bene, finire bene e poi se ne può parlare”.

Sulla scomparsa di Gianni Di Marzio, anche Caneo esprime un suo pensiero: “L’ho avuto a Cosenza in un anno particolare in cui ci fu anche la scomparsa di Bergamini. Mi ha colpito l’umanità che aveva nel rapportarsi con noi calciatori e nell’affrontare le situazioni al di fuori del campo, una persona che ha sempre fatto bene nel calcio, un uomo vero, un uomo che dava spirito. Ho fatto le condoglianze al figlio Gianluca che ho già conosciuto a Cosenza quando era bambino e gli ho detto che il nostro pensiero era sapere Di Marzio in vita, adesso ce lo avremo nell’anima”.