Caneo: "L'asticella si è alzata, ma dobbiamo restare umili. Francavilla trasferta ostica, su Finardi e Zanoni..."

20.11.2021 20:40 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Fonte: Amdrea Liguoro - Tuttoturris.com
Caneo: "L'asticella si è alzata, ma dobbiamo restare umili. Francavilla trasferta ostica, su Finardi e Zanoni..."
© foto di Pasquale D'Orsi

Alla vigilia di Francavilla-Turris, una bella notizia arriva da Nunziante, come lo stesso Caneo ha tenuto subito a sottolineare ad inizio conferenza: “Abbiamo visto corricchiare Christian intorno al campo e questo ci ha fatto enormemente piacere. Non nascondo che mi sono anche un po' emozionato nel vederlo, fa piacere che stia migliorando e piano piano si aggregherà a noi. Questa è una cosa importante, è davvero una bella notizia”.

Inevitabile che il discorso cada sull’analisi del momento: “Con la posizione in classifica e gli attestati di stima che stiamo ricevendo, è normale che l’asticella un pò si sia alzata – ammette il tecnico corallino-. Ma restiamo sempre dello stesso avviso: dobbiamo rispettare tutti e soprattutto il nostro cammino che è quello di raggiungere la salvezza il prima possibile. Gli avversari prenderanno anche loro le contromisure, però sappiamo che comunque per fare risultato e per far sì che la nostra crescita sia continua ed esponenziale, dobbiamo rispettare e difendere da ultimi per poi attaccare con la nostra qualità e quindi mettere così in difficoltà i nostri avversari”.

Cosa ha detto Caneo alla ripresa degli allenamenti? “Come sempre, come tutte le settimane, ho esortato i ragazzi a continuare così – spiega il tecnico-, con questo impegno durante la settimana, di seminare con il lavoro negli allenamenti per raccogliere i frutti in partita, di migliorarsi sempre di più, di non accontentarsi mai, di far crescere la propria autostima su tutte quelle componenti che servono per crescere individualmente e come gruppo”.

Anche dopo la vittoria con il Catanzaro “c’è sempre qualcosa da migliorare ed il lavoro settimanale serve a quello – commenta Caneo-. Siamo migliorati dal punto di vista difensivo, negli uno contro uno e nella crescita individuale, quindi questo ha portato beneficio al reparto difensivo, ma anche all’individualità dei singoli calciatori”.

Un momento di elogi e di ribalta nazionale potrebbero portare distrazioni e rilassatezza, quello che Caneo vuole assolutamente evitare avvertendo la squadra: Non dobbiamo essere presuntuosi senza fondamenta. Dobbiamo essere umili nell’affrontare l’avversario perché troveremo una squadra determinata a proseguire questa striscia di risultati importanti che sta facendo, una squadra che è stata costruita con criterio, che ha un’idea di gioco importante. Ripeto, in ogni partita che facciamo dobbiamo rispettare sia gli avversari sia noi stessi, le nostre prerogative, le nostre idee di gioco e riuscire ad arrivare sempre più in alto possibile”.

Come si affronta un avversario che in casa finora non ha mai perso e ha collezionato dieci gol fatti ed appena tre subiti? Caneo prova a spiegarlo: “Con ritmo, intensità, imprevedibilità delle giocate soprattutto dei nostri attaccanti che sono molto estrosi, con una certa maturità mentale, con l'equilibrio. Sono queste le componenti che domani dovremo mettere sul campo per riuscire a portar via dei punti anche da Francavilla”.

Ghislandi assente, chi in vantaggio tra Loreto e Finardi per sostituirlo? “A prescindere dal discorso minutaggio degli under da impiegare, tre più uno da inserire a partita in corso, su Finardi abbiamo completamente fiducia e quindi non ci spostiamo da lì - spiega Caneo-. Anche se con l’esclusione di Nunziante per un periodo lungo e con l’infortunio imprevisto di Ghislandi, da quella parte lì siamo monchi, ci manca qualcosa”.

Su Zanoni, che presumibilmente avrà una chance da titolare in difesa per sostituire l’assenza dello squalificato Manzi: “Può giocare sia da braccetto che da quarto (di centrocampo), però andiamo avanti con le nostre certezze ed oggi come oggi Varutti è una certezza per noi, è fondamentale nel proporre la fase offensiva, ti da quello sfogo importante per creare pericoli agli avversari, quindi per un ruolo non possiamo cambiare tre calciatori”.

Nel Francavilla, osservato speciale sarà Caporale che “ha una buona fisicità, è dinamico, ha anche una buona tecnica, infatti credo che con Primicile ad inizio mercato ci abbiamo fatto più di un pensierino”.

Grande lavoro anche quello dello staff: “Al di la degli interpreti che vanno sul campo, si dice che lo staff è la mente ed i calciatori il braccio. Io sono dell’avviso che i calciatori durante la domenica sono braccia e mente. Lo staff lavora molto in settimana, ma la domenica i veri protagonisti sono i calciatori”.

Infine, quello che potrebbe essere un rovescio della medaglia di un momento di grande visibilità: “Calciatori che potrebbero finire oggetto del desiderio di altri? Credo di sì, lo meritano, però dobbiamo avere la maturità di capire anche questi momenti, di non credere che si sia arrivati e che non si possa fare sempre meglio. La maturità cresce anche con questa responsabilità di gestione dei complimenti”.