Turris, Salvatore ribadisce in conferenza: "Al netto delle assenze, abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. Sul modulo..."

01.05.2022 22:13 di tuttoturris .com   vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Turris, Salvatore ribadisce in conferenza: "Al netto delle assenze, abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. Sul modulo..."

È Lorenzo Salvatore, oggi in panchina al posto dello squalificato Caneo, a commentare la sconfitta con il Foggia: “Il palo di Leonetti, quello di Longo, varie occasioni create nel primo tempo… credo che oggi la Turris abbia fatto una grandissima partita – afferma il vice di Caneo-. È chiaro che nell’ultimo quarto d’ora bisognava spingere ancora di più perché il pareggio non ci bastava, quindi ci siamo messi in modo ultra offensivo ed inevitabilmente abbiamo offerto il fianco al Foggia, ma era una cosa da fare per cercare di agguantare questa qualificazione”.

“Anche avendo delle assenze importanti – ha continuato ancora Salvatore-, chi è andato in campo non ha fatto rimpiangere quelli che non c’erano. È pur vero che se avessimo avuto altri quattro uomini di quel calibro a disposizione, le chances potevano aumentare, vedi in fase offensiva dove avremmo potuto fare qualcosa in più. La Turris ha confermato quel campionato straordinario fatto dall’inizio dell’anno e ha chiuso questo cerchio su un campo difficile come quello di Foggia, contro una squadra forte che ama giocare a calcio. È stato un bello spettacolo”.

Corallini in campo a sorpresa con il 4-3-3: “Sì, in fase difensiva era un 4-3-3, in fase offensiva ci disponevamo con un 3-4-3 in modo da poter allargare il campo sugli esterni giocando lì dove il Foggia, disposto a tre, aveva difficoltà a coprire quelle zone di campo – spiega il vice di Caneo-. Abbiamo fatto questo per circa settantacinque minuti, poi nell’ultimo quarto d’ora abbiamo cercato di spingere ancora di più passando ad un 4-2-3-1 in modo ultra offensivo perché il pareggio non ci bastava. Resta l’amaro in bocca perché oggi, vista anche la squadra, era una qualificazione che potevamo anche agguantare, ma questa sconfitta non scalfisce il grande percorso che ha fatto la Turris a livello societario, a livello tecnico, a livello di giocatori, di staff. Oggi la Turris ha dimostrato ampiamente di valere quello che ha fatto vedere. Questa squadra è anche arrivata al secondo posto, poi le varie peripezie incontrate ci hanno fatto scivolare in classifica”.

Ripercorrendo la stagione, inevitabile chiedersi proprio il perché dell’andamento diametralmente opposto tra il girone d’andata e quello di ritorno: “Il girone d’andata girava tutto a meraviglia, senza infortuni, senza Covid, senza tante squalifiche – afferma Salvatore-. Nel girone di ritorno ne abbiamo passate di ogni tipo, ma quando poi ci siamo ricompattati, abbiamo fatto quelle vittorie consecutive e siamo arrivati ai playoff non al massimo, ma in modo da potercela giocare. Anche oggi, senza quattro assenze importanti, potevamo giocarcela in modo diverso. Però anche così la Turris ha dimostrato di essere una grande squadra”.