Palermo-Turris, il precedente leggendario nel segno di Tarantino...

21.10.2020 13:20 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: tratto da Ilovepalermocalcio.com
Palermo-Turris, il precedente leggendario nel segno di Tarantino...

Palermo e Turris tornano a sfidarsi a a distanza di 23 anni. L’ultima volta, come ora, era in Serie C e terminò con il risultato di 0-0. Le due squadre si affrontarono al “Velodromo” perché il “Barbera”, che allora si chiamava ancora “Favorita”, era impraticabile. 

L’eroe della giornata fu un il palermitano Pietro Tarantino di professione centrocampista che per l’occasione, vista l’espulsione a tempo scaduto dell’estremo difensore Visconti, si vestì da portiere e parò un rigore al rosanero Scarafoni. Facile pensare che Tarantino, nativo del quartiere Kalsa, fu preso di mira dai circa 2500 tifosi presenti e anche da chi viveva nel suo quartiere. Oggi Tarantino allena nelle serie minori e non dimentica quella parata, così come racconta ai microfoni della nostra redazione:

L'ex regista della Turris ha raccontato quel retroscena storica al portale ILovePalermocalcio.com «Ricordo tutto. Ricordo l’esplosione di alcuni miei compagni, il momento in cui mi misi in porta contro la volontà di mister Geretto perché, comunque, si sa sono 1,68 cm non sono questo grande uomo (ride, ndr). Geretto voleva mandare Pavan in porta e dissi di no perché ero io il capitano e comandavo io. Direi che è andata bene. Scarafoni dopo 5 anni si è fatto parare un rigore da un nano malefico (ride, ndr) Dopo quella gara il mister mi diede un giorno libero in più e sono tornato a Torre del Greco il mercoledì. Lunedì andai a Piazza Kalsa dove sono cresciuto e ho preso tantissimi insulti. Per me è stata una bella emozione».

Sulla gara di oggi: «Mi aspetto un Palermo arrabbiato, con voglia di fare risultato e regalare la prima vittoria ai propri sostenitori. Io mi auguro che possa essere una gara dove il Palermo riesca a far valere le proprie potenzialità e vincere in modo da tranquillizzare anche l’ambiente».