Le pagelle di Turris-Juve Stabia: Rainone un leader. Ok Abagnale, Tascone di forza, Giannone e Longo non pungono...

15.11.2020 20:16 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Le pagelle di Turris-Juve Stabia: Rainone un leader. Ok Abagnale, Tascone di forza, Giannone e Longo non pungono...
© foto di Pasquale D'Orsi

Le pagelle della Turris...

ABAGNALE 7: salva la Turris in uscita su Bentivegna. Per il resto fa buona guardia sul minaccioso Romero!

ESEMPIO 5: nel complesso si disimpegna bene, come al solito. Ma pesa sul giudizio la dormita colossale sul gol di Codromaz.

DI NUNZIO 6: non commette errori particolari, rendendosi autore di una prestazione concreta.

RAINONE 7,5: insuperabile di testa e nello stretto. Alcune uscite imperiose danno la forza alla Turris per provare la ripartenza velenosa ed ha il merito di realizzare il pari!

DA DALT 6: viene schierato nel ruolo probabilmente più idoneo alle sue caratteristiche e prova a proporsi con una certa regolarità sul binario di destra. 

LORETO 5.5: da quinto di centrocampo gli si richiede maggiore presenza in fase offensiva, ma riesce a sfondare solo una volta (dal 1’st D’IGNAZIO 6,5: entra bene nel match e ad arriva più di una volta sul fondo).

FRANCO 6: all’inizio sembra troppo scolastico e timoroso, poi prende coraggio col passare dei minuti (dal 43’st LORENZINI s.v.).

TASCONE 6,5: anche lui cresce alla distanza. In difficoltà all’inizio, poi emerge la sua fisicità e dà equilibrio alla squadra, tentando anche qualche sortita offensiva (dal 33’st FABIANO s.v.).

GIANNONE 5+: l’assist da calcio d’angolo è l’unico guizzo in una partita nella quale resta col freno a mano tirato. Ci si aspettava qualcosa in più nella posizione naturale di trequartista… (dal 17’st ROMANO 6: più presente rispetto al primo).

LONGO 5: prova a dialogare con Pandolfi, ma non riesce a rendersi pericoloso nell’area avversaria.

PANDOLFI 5,5: si muove su tutto il fronte offensivo, ma questa volta rimbalza sulla difesa rivale. 

ALL. FABIANO 6,5: il 3-4-1-2 è un esperimento interessante, ma che necessita di essere oliato in ottica futura. La Turris del primo tempo fatica a costruire, ma il trainer corallino legge bene il match ed i cambi danno maggiore linfa ai corallini, che portano a casa un altro punto meritato e che fa buon brodo in ottica salvezza.