Le pagelle di Turris-Avellino: solo una fiammata per Pandolfi. Soffre la mediana, non incidono i cambi...

24.01.2021 19:55 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Le pagelle di Turris-Avellino: solo una fiammata per Pandolfi. Soffre la mediana, non incidono i cambi...
© foto di Salvatore Varo

Le pagelle di Turris-Avellino…

ABAGNALE 6: può poco sui gol presi. Per poco non compie il miracolo sul penalty di Maniero…

RAINONE 5: perde il duello sulla palla inattiva dalla quale scaturisce il vantaggio dell’Avellino. Per il resto, non sembra reattivo come al solito…

DI NUNZIO 5,5: va in sofferenza quando tenta l’anticipo. Non sempre preciso nella costruzione da dietro…

LORENZINI 6: non sempre pulito nei disimpegni, ma non commette errori particolari (dal 25’st ALMA 5: non incide sul match).

DA DALT 5,5: ad inizio ripresa riesce a fronteggiare abbastanza bene Tito, ma si vede poco in avanti. La sua spinta si affievolisce ancor più quando passa a sinistra.

FRANCO 5: qualche errore di troppo nella prima parte del match. Prova a crescere strada facendo, ma si accende raramente.

SIGNORELLI 5,5: per oltre un’ora sembra il più lucido dei suoi, ma una sua palla persa dà il là all’azione del raddoppio irpini, che mette virtualmente fine al match (dal 35’st FABIANO R.: sv).

TASCONE 5: si vede poco nell’arco del match in entrambe le fasi (dal 14’st ROMANO 5: ingenuità colossale sul fallo che causa il rigore del raddoppio irpino).

ESEMPIO 5: soffre la spinta di Ciancio. Va meglio quando Fabiano lo sposta a destra, ma è spesso impreciso negli appoggi.

PANDOLFI 5+: un solo guizzo in tutto il match. Deve recuperare in fretta, nell’interesse suo e della Turris, l’esplosività e la spensieratezza che gli avevano permesso di trascinare i corallini a suon di gol e azioni di sfondamento.

PERSANO 5: prova a fare a sportellate, ma spesso e volentieri esce sconfitto dai duelli aerei (dal 35’st LONGO: sv).

ALL. FABIANO 5: l’assenza di Giannone è pesante, ma proprio in virtù di ciò e del modulo speculare con l’Avellino, magari si poteva tentare qualche novità con la quale provare a sorprendere gli avversari, che avevano bene in mente le caratteristiche di questa Turris, apparsa troppo lineare per creare apprensione. Alma e Longo entrano ormai a gara compromessa.