L'Avellino soffia Plescia al Catanzaro, ma spuntano striscioni di protesta: "Trotta, Castaldo e Cianci. I soldi quando li sganci?"

01.08.2021 16:01 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
L'Avellino soffia Plescia al Catanzaro, ma spuntano striscioni di protesta: "Trotta, Castaldo e Cianci. I soldi quando li sganci?"

In casa Avellino è fatta per l'attaccante Vincenzo Plescia. E' il 23enne palermitano il profilo scelto da Di Somma per sostituire Peppe Fella e coprire lo slot lasciato libero in avanti. Il 23enne era rientrato al Renate dopo l'esperienza in prestito alla Vibonese, con cui ha segnato 11 reti in 32 presenze la scorsa stagione, e sembrava destinato al Catanzaro. Ma il blitz degli irpini ha prodotto il sorpasso definitivo, tanto che il giocatore ha già raggiunto il ritiro di Roccaraso per mettersi agli ordini di mister Braglia. Nonostante ciò, come riportato da Tuttoavellino.it, nella notte sono apparsi striscioni di protesta nei confronti del presidente D’Agostino e del ds Di Somma, sintomo di un malcontento di una parte del tifo irpino sugli ultimi movimenti di mercato del club biancoverde. 

Il primo, recita: "Trotta, Castaldo e Cianci. I soldi quando li sganci?", ovviamente riferito al patron D'Agostino reo di non aver fatto uno sforzo per questi attaccanti. Ce n'è un secondo, sempre con stessa firma, dove viene anche aggiunto Di Somma e recita: "D'Agostino e Di Somma, solo chiacchiere".