Catania atteso al Liguori. Zeoli: "La Turris sta costruendo in casa la salvezza. Mi aspetto poca tattica e tanta lotta..."

23.03.2024 13:46 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Catania atteso al Liguori. Zeoli: "La Turris sta costruendo in casa la salvezza. Mi aspetto poca tattica e tanta lotta..."

Conferenza stampa alla vigilia di Turris-Catania. L’allenatore rossazzurro Michele Zeoli analizza i temi principali con riferimento al momento attraversato, in vista della trasferta di Torre del Greco, come riportato da Tuttocalciocatania.com: "La Turris ha cambiato allenatore, dunque tanti numeri vengono falsati anche dalla precedente gestione. Mi soffermerei di più sul fatto che è una squadra più che ostica in casa, esprime un tipo di calcio differente da quando gioca in trasferta. I giocatori sono consapevoli del risultato che può uscire da questa gara e delle conseguenze in caso di vittoria, pareggio o sconfitta. Gli sono state date più informazioni possibili sul tipo di gara che andremo a disputare. Dovremo essere pronti ad ogni evenienza”.

Sulle assenze: "Domani non è tra i convocati Sturaro, che accusa un piccolo problemino muscolare da verificare nei prossimi giorni. Anche Tello si sta riprendendo da un infortunio, dovremmo aspettare altri 10-15 giorni penso per riaverlo a disposizione, Monaco ha un affaticamento muscolare post partita, ma le difficoltà maggiori in questo momento ce le abbiamo in mezzo al campo”. 

Sul match: “In questo campionato è possibile giocare anche partite sporche. Domani, ad esempio, mi aspetto una partita nella quale di tattica ci sarà poco. La Turris in casa sta costruendo la sua salvezza, dunque mi aspetto tanti duelli, tanti riferimenti in mezzo al campo, non ci sarà forse nemmeno la possibilità di pensare. Mi aspetto che la squadra dia una risposta non per un tempo, ma l’intera durata della partita. Non abbiamo mai avuto continuità ma sono passate 39 partite ufficiali, ecco perché bisogna badare al sodo, al pragmatismo e alla concretezza”.