Bonifici mai accreditati: dalla Spagna indicano lo stesso modus operandi utilizzato da Guardascione con la Turris…

31.01.2024 18:17 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Bonifici mai accreditati: dalla Spagna indicano lo stesso modus operandi utilizzato da Guardascione con la Turris…

Bonifici emessi ma mai accreditati, con soldi non pervenuti sul conto del club con il quale era stato già firmato un accordo preliminare per il passaggio delle quote di maggioranza. La denuncia effettuata dalla Turris, attraverso le parole del presidente Colantonio, per motivare la mancata cessione del club a Francesco Guardascione, trova non poche similitudini con quanto viene riferito dai media spagnoli, relativamente alla trattativa che avrebbe dovuto portare lo stesso Guardascione ed il suo gruppo ad essere i nuovi proprietari del Sabadell FC, compagine militante nella terza divisione spagnola, anche in questo caso in lotta per mantenere la propria categoria, così come la Turris.

Infatti, come riportano i colleghi di Radiosabadell.fm, già nella prima settimana di gennaio "il gruppo Guardascione si dichiarava agli organi di stampa proprietario del Sabadell in virtù di un documento di trasferimento bancario firmato congiuntamente con Luis Salas, rappresentante legale incaricato dalla presidenza uscente di portare a termine la negoziazione con la Holding Maraja”. In realtà, secondo differenti fonti consultate dalla stessa Radio Sabadell, “questi soldi – si parla di una cifra vicina ai 7,5 milioni d’euro – non sono mai arrivati sul conto della società catalana”, che nel frattempo ha comunicato la cessazione di qualsiasi trattativa con il gruppo Guardascione, “in mancanza di garanzie sulla solvenza economica di siffatto gruppo, fondamentali per cominciare il processo di acquisto delle quote azionarie del club”. (clicca QUI per ulteriori approfondimenti)

Una storia che ha troppi punti in comune con quanto accaduto nelle ultime ore in chiave Turris. Ma è lecito chiedersi come, al momento delle verifiche del caso dalle persone interessate sulla sponda biancorossa, non sia stata preso in considerazione o sia clamorosamente sfuggito quanto avvenuto pochi giorni prima in Spagna con gli stessi interlocutori, prima di annunciare la cessione del club. Soprattutto perché questa informazione era facilmente reperibile e contrastabile sul web...