Turris, mercato in divenire: Zampa già agli ordini di Caneo. Nel mirino uno tra Pandolfi e Russotto , ma i tempi non sono ancora maturi…

30.12.2021 12:00 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Turris, mercato in divenire: Zampa già agli ordini di Caneo. Nel mirino uno tra Pandolfi e Russotto , ma i tempi non sono ancora maturi…

Pochi giorni all’apertura ufficiale del mercato invernale della serie C, che ufficiosamente ha già portato in dote alla Turris le prestazioni di Enrico Zampa. Il mediano di Frascati, infatti, fresco di risoluzione con il Potenza, ha chiesto ed ottenuto di potersi già allenare all'Amerigo Liguori, anche per farsi trovare pronto atleticamente alla ripresa del campionato. Il suo tesseramento verrà formalizzato il 3 gennaio, ma lo si può già considerare un nuovo acquisto a tutti gli effetti. 

Il suo non dovrebbe l’unico rinforzo del club biancorosso, deciso ad investire anche in difesa e in attacco per aumentare la competitività e lo spessore delle alternative a disposizione di mister Caneo. Il tutto, sempre in modo oculato e senza snaturare il budget a disposizione, da compensare inoltre con altrettante uscite negli stessi ruoli.

Ecco perché non sono previsti nuovi innesti a stretto giro, ma si tratterà di ritocchi mirati al momento giusto, in attesa che si scateni un effetto domino che indirettamente interesserà anche le altre società. In tal senso, per quanto concerne il reparto avanzato restano sempre in cima ai desideri del club corallino i nomi di Luca Pandolfi ed Andrea Russotto, ma i tempi non sono ancora maturi per un assalto decisivo ad uno dei due.

Nel primo caso, è ormai risaputo che il classe ’98, avendo vestito già due maglie nella stagione in corso, in questa sessione potrebbe far ritorno solo a Torre del Greco. Ipotesi contemplata da tutte le parti in causa, ma l’operazione è strettamente legata alle operazioni in entrata che riuscirà a fare il Cosenza (proprietario del cartellino) nelle prossime settimane. Insomma, nella compagine calabrese non si muove nessuno fin quando non arriveranno volti nuovi nello stesso reparto.

Attesa necessaria anche nel caso di Russotto, il cui destino è legato alle sorti societarie del Catania, realtà alla quale il fantasista ex Cavese è fortemente legato anche per una questione di affetti familiari. Bisognerà capire, infatti, se il club etneo riuscirà effettivamente a reperire i fondi necessari per continuare l’esercizio provvisorio fino al termine del campionato e se, in caso positivo, bisognerà comunque operare un taglio degli ingaggi più pesanti della rosa. 

Quel che è certo che, eventualmente, tra i due profili ne arriverebbe solo uno alla Turris, che dalla sua, comunque, non avverte l’esigenza di dover necessariamente affrettare i tempi, consapevole che la famosa occasione potrebbe presentarsi anche a gennaio inoltrato.