Turris, col Foggia ritocca a Sbraga: l’ultima grande chance per l’uomo con più esperienza nei playoff…

29.04.2022 11:43 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Turris, col Foggia ritocca a Sbraga: l’ultima grande chance per l’uomo con più esperienza nei playoff…

Considerando l’assenza prolungata di Francesco Di Nunzio, domenica prossima in quel di Foggia molto probabilmente toccherà ad Andrea Sbraga guidare la retroguardia corallina nel primo turno dei playoff, nell’obiettivo di contenere l’attacco di mister Zeman, il secondo più prolifico del girone C dopo il Palermo. A meno che mister Caneo non decida di affidarsi esclusivamente ai giovani Manzi ed Esempio.

Per il centrale romano, potrebbe trattarsi dell’ultima grande chance di dimostrare il suo valore in maglia biancorossa, visto che fin qui la sua esperienza con la maglia della Turris non ha rispettato le grandi aspettative con le quali era arrivato durante il mercato invernale. 

Aspettative alte, giustificate da un curriculum di grande prestigio e dal fatto che l’Avellino aveva investito tanto su di lui per puntare alla serie B, salvo cederlo in prestito ai corallini a gennaio, dopo esser finito ai margini del progetto di mister Braglia.

In tal senso, Torre del Greco sembrava la piazza ideale per ritrovarsi e tornare ad essere il leader difensivo che aveva maturato oltre 200 presenze in terza serie, nonostante non fosse tanto avanti con l’età. La stessa Turris aveva pensato di aver piazzato un vero e proprio colpaccio per sostituire il partente Lorenzini, visto che le caratteristiche di Sbraga erano considerate ancor più congeniali per il gioco di mister Caneo.

Invece, la scommessa invernale non ha dato gli esiti sperati, complice un difficile ambientamento in un momento di calo generale della squadra ed una condizione fisica non eccelsa dopo la grande inattività dei mesi precedenti. Fatto sta che, nel corso degli ultimi mesi, Andrea Sbraga è retrocesso nelle gerarchie di mister Caneo, scalzato da Di Nunzio, come confermato dal mancato impiego nelle ultime 5 gare della stagione, nelle quali è rimasto in panchina per tutti i 90 minuti.

Una parentesi, dunque, destinata a chiudersi senza lasciare il segno, visto che la Turris quasi sicuramente non eserciterà il diritto di riscatto dall’Avellino. Tuttavia, Sbraga ha ancora la possibilità di salutare Torre del Greco con un’immagine diversa, dato che il match col Foggia potrebbe rappresentare una chance di parziale riscatto per lui.

Tra l’altro, il 30enne difensore romano, curriculum alla mano, nell’attuale organico corallino è l’elemento con maggiore esperienza nei playoff di serie C, intesa come terza serie, avendoli disputati in ben 5 occasioni, maturando 14 presenze e raggiungendo in due occasioni addirittura la finale: prima col Pisa nel 2013 (persa contro il Latina); poi nel 2018 con il Siena (vinta dal Cosenza); senza dimenticare la recente semifinale del 2020 con la maglia del Novara.