Turris, caccia allo stadio ancora aperta – Avellino in stand-by per il vincolo del sabato: torna in pole la pista Monopoli…

23.07.2020 18:12 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
© foto di Giuseppe Scialla
Turris, caccia allo stadio ancora aperta – Avellino in stand-by per il vincolo del sabato: torna in pole la pista Monopoli…

Nuovo aggiornamento sul fronte stadio per la Turris, ancora alla ricerca di un impianto a norma da indicare nella domanda d’iscrizione, visto che l’Amerigo Liguori otterrà l’omologazione del manto erboso artificiale solo oltre il termine perentorio del 5 agosto.

Nelle ultime ore sembrava ad un passo la risoluzione della faccenda con la pista Avellino, ma la disponibilità del Partenio è limitata esclusivamente e rigorosamente al sabato, essendo condiviso anche dalla Casertana, la quale ha anch’essa richiesto la concessione della struttura, visto che il Pinto sarà sottoposto a una riqualificazione del manto erboso.

Un vincolo che in prima battuta non sarebbe per forza preclusivo in sede d'iscrizione, ma che all’atto pratico potrebbe poi riscontrare parere negativo dalla Covisoc e quindi la bocciatura della domanda d'iscrizione, dal momento che la compresenza di tre squadre su uno stesso campo, appartenenti tra l’altro alla stessa categoria e allo stesso girone, potrebbe far sorgere delle complicazioni logistiche in sede di composizione dei calendari, dato che gli stessi tengono conto anche dei diritti televisivi con il famoso spezzatino, spalmando le partite dal venerdì al lunedì in base all’audience, senza dimenticare i turni infrasettimanali. Stesso problema sorgerebbe anche per Potenza, già prenotato dal Picerno oltre che dal club locale.

Ecco perché, nel frattempo, la Turris in modo cautelativo ha continuato a lavorare parallelamente anche all’opzione Monopoli, per la quale non ci sarebbero gli ostacoli sopracitati e sarebbe pertanto esente dai rischi relazionati con gli stadi di Avellino e Potenza. Anche in questo caso sia il club corallino che l’Amministrazione torrese hanno incassato l’ok del comune pugliese, ma sono stati intavolati contatti proficui anche con la Prefettura di Bari, dalla quale è trapelata grande disponibilità. A tal proposito, il sindaco di Torre del Greco Giovanni Palomba domani mattina avrà un appuntamento telefonico con il Capo di Gabinetto della Prefettura locale e la fumata bianca potrebbe arrivare entro il prossimo lunedì.

Insomma, seppur la questione stadio risulti ancora in pieno divenire, traspare fiducia e ottimismo verso una favorevole risoluzione di una faccenda che sta tenendo tutta la Torre del Greco sportiva con il fiato sospeso.