Primicile a Tutto E': "Canzi trainer di spessore, non potevamo più aspettare Caneo. Mercato sulla falsariga dello scorso anno, chi vuole partire ha tempo fino al..."

11.06.2022 09:40 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Fonte: Tutto E'
Primicile a Tutto E': "Canzi trainer di spessore, non potevamo più aspettare Caneo. Mercato sulla falsariga dello scorso anno, chi vuole partire ha tempo fino al..."

Non è intervenuto direttamente nel corso della presentazione del nuovo allenatore, ma dietro la scelta di affidare la panchina della Turris a Massimiliano Canzi c’è principalmente Rosario Primicile, che anche questa volta ha spiazzato tutti con un nome a sorpresa, inatteso così come all’epoca fu quello di Bruno Caneo. Il diggì commenta il nuovo corso, partendo proprio dalla fine del rapporto con quella che era stata una sua scommessa personale, per certi versi rischiosa ma col senno di poi sicuramente vinta: “Abbiamo cominciato a parlare con Caneo di un possibile rinnovo già lo scorso dicembre. Tuttavia, le sue ambizioni e le sue idee erano diverse dagli scenari che poteva prospettargli la Turris, anche perché in quel momento aveva proposte da compagini di serie B e, pertanto, voleva aspettare per vedere se si materializzasse un’opportunità in grado di dargli motivazioni diverse. È normale che, ad un certo punto, pur rispettando le sue legittime aspirazioni, noi non potevamo più indugiare ed abbiamo virato su un altro allenatore, ma mi preme precisare che con Caneo i rapporti restano ottimi ed infatti la separazione è stata cordiale, oltre che consensuale”.

Primicile spiega com’è nata l’idea Canzi: Si tratta di un tecnico di spessore, speriamo possa ripetere anche lui quanto di buono fatto da Caneo. È vero che, come normale che sia, abbiamo sondato anche altri nomi, ma Canzi è sempre stato la nostra prima scelta, dato che abbiamo considerato il suo profilo ideale per sposare il nostro progetto. È un allenatore che in passato ha lavorato spesso con i giovani, ha fatto molto bene negli ultimi due anni in C ed inoltre vanta anche esperienze in A da collaboratore tecnico. Nutriva forti motivazioni nel misurarsi in un girone importante come il nostro. Siamo stati bravi e fortunati a portarlo a Torre, anche perché aveva richieste importanti. Poi sarà il campo a dire se la nostra scelta si sarà rivelata azzeccata o meno”.

Il direttore delinea poi le strategie della prossima campagna acquisti:Sarà un mercato sulla falsariga della scorsa estate, vale a dire cercando di mantenere in rosa chi ha fatto bene durante la stagione e di aggiungere qualche tassello per consolidarci in questa categoria. Canzi non è un integralista, seppur l’idea di base è di non stravolgere l’identità tracciata con Caneo, ma l’organico dovrà essere capace di adottare anche piani alternativi, con calciatori capaci di interpretare più sistemi di gioco. Il budget, indipendentemente dall’ingresso o meno di nuovi soci, dovrebbe restare pressoché identico a quello dell’ultimo anno, che era comunque importante per la categoria. La politica del club rimane quella di non fare il passo più lungo della gamba”.

Già tanti i nomi accostati alla Turris, ma Primicile frena: Si tratta di chiamate perlustrative. Di sicuro arriveranno giocatori importanti e motivati. Quasi sicuramente resteranno con noi i vari Leonetti, Santaniello, Giannone, Manzi, mentre per Tascone c’è una concreta possibilità che possa andare a migliorare. In generale, in presenza di offerte irrinunciabili, nessuno dei nostri calciatori è incedibile, anche come apertura a chi, eventualmente, volesse misurarsi in un altro contesto. A patto, però, che la richiesta arrivi entro il 20 giugno. Superata quella data, non si muoverà più nessuno. Infatti, in quel caso diventerebbe difficile trovare un adeguato sostituto. La Turris, già allo stato attuale, è comunque una squadra forte. Probabilmente, senza tutte quelle defezioni nel momento clou della stagione, saremmo potuti arrivare ancor più in alto di quanto fatto”.

Infine, Primicile conferma l’imminente rinnovo di dell’esperto Di Nunzio: “Lo merita per quanto fatto negli ultimi anni. Ci stiamo lavorando e credo che non ci saranno problemi”.