La Turris si gode Pandolfi: un investimento fruttuoso già nell'immediato!

29.11.2020 17:38 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
La Turris si gode Pandolfi: un investimento fruttuoso già nell'immediato!
© foto di Palermo Fc

Dopo la siringa letale rifilata al Palermo in pieno recupero, la visibilità di Luca Pandolfi è visibilmente aumentata, ma per l’ambiente corallino il suo rendimento al Barbera non è stata una sorpresa. L’ex Entella, infatti, nonostante fosse tra i volti più giovani e meno roboanti del mercato estivo, già da qualche domenica a questa parte si era guadagnato la palma di “acquisto rivelazione” della Turris in questo primo spezzone di stagione. Numeri importanti per l’attaccante classe ’98, autore di 4 gol in 12 apparizioni pur non essendo una prima punta classica, ma dotato di un mix di fisico e tecnica che lo rende schierabile su tutto il fronte offensivo, potendo contare anche su 186 cm di altezza. 

In questa Turris Pandolfi sta diventando, a suon di prestazioni convincenti, una pedina inamovibile anche da terminale unico offensivo, dimostrandosi la pedina più funzionale per una squadra che si dimostra letale quando chiude gli spazi e poi colpisce in contropiede. La lotta sulle palle sporche, la progressione e la personalità rappresentano le principali doti dell’ex Castrovillari, già adocchiato dalla Turris proprio due anni fa, quando da avversario la sfidò in serie D. Da quel momento in poi il dg Primicile non gli ha tolto gli occhi di dosso ed è riuscito ad accaparrarselo con condizioni vantaggiose quest’estate dalla Virtus Entella, sottoscrivendo un accordo biennale. Un investimento azzeccato e fruttuoso sia nell’immediato che nel futuro. Infatti, da una parte il suo impiego garantisce l’accesso al famoso minutaggio, che permette di beneficiare dei noti contributi federali per la valorizzazione degli under; dall’altra la crescita esponenziale del ragazzo potrebbe generare in futuro una preziosissima plusvalenza per il club corallino, già contattato a tal proposito da alcune società di categoria superiore. 

Ma il difficile viene proprio ora: dal pregevole gol di Palermo, Pandolfi è finito al centro delle attenzioni di tutti ed ora inevitabilmente cresceranno anche le aspettative, così come le marcature personalizzate degli avversari. Per reggere l’onda d’urto e tramutarla in entusiasmo positivo sarà fondamentale mantenere l’umiltà e raddoppiare il lavoro per migliorarsi ancora. Il talento c'è, ma ora va preservato e coltivato per non farlo bruciare prematuramente.