La nuova guida - Turris, arriva l'algherese Caneo. Gasperini disse di lui: "Per me è indispensabile!"

22.02.2021 10:12 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
La nuova guida - Turris, arriva l'algherese Caneo. Gasperini disse di lui: "Per me è indispensabile!"

Sarà Bruno Caneo il prossimo allenatore della Turris, nome nuovo e che desta una certa curiosità nell’ambiente corallino. Il trainer algherese è stato per vari anni il braccio destro di Gian Piero Gasperini, attuale guida dell'Atalanta e tra gli allenatori italiani più importanti degli ultimi anni. 

Forte il legame tra il “Gasp” e la prossima guida dei corallini, tanto da volerlo nel suo staff anche durante l’esperienza all’Inter. «Bruno per me è indispensabile. - dichiarò Gasperini all’epoca - Ho convinto il presidente ad ingaggiarlo, sottolineando non solo la bravura in campo, ma anche la straordinaria moralità della persona. Senza di lui, mi sarei sentito quasi orfano. Moratti ha capito, apprezzato e…ingaggiato Bruno». 

Le storie professionali dei due tecnici, si sono spesso incrociate in passato. Nel novembre 81, Caneo arriva a Palermo, dove resterà fino al termine della stagione. Lì, Gasperini è arrivato tre stagioni prima e ci rimarrà fino al 1983. E l’algherese è in campo con la fascia da capitano del Pisa quando Gasp esordisce in Serie A, il 20 settembre 1987, nella prima vittoria nella massima serie del Pescara, nel match che i biancocelesti vincero per 2-1 all’Adriatico con una rete proprio dell’ex allenatore dell’Inter su calcio di rigore (ironia della sorte, il portiere del Pisa era Alessandro Nista, attuale preparatore dei portieri della compagine meneghina). Poi, dal 2006, il loro rapporto professionale cresce da tecnici sulla panchina del Genoa.