I precedenti di Messina-Turris: giallorossi avanti nove volte su dodici!

26.11.2022 10:56 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
I precedenti di Messina-Turris: giallorossi avanti nove volte su dodici!
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net

Nei dodici precedenti, disputati tutti nel dopoguerra, il Messina ha vinto in nove occasioni contro la Turris tra le mura amiche, lasciando ai torresi due vittorie ed un pareggio. La serie, come ricorda il portale Messinanelpallone.it, iniziò nel mastodontico campionato di serie C 1946/47, nel quale i peloritani, dopo aver superato il girone eliminatorio insieme al Giostra, si ritrovarono con la Turris nelle finali della Lega Sud. In quell’occasione, l’Ac Messina ebbe ragione dei campani grazie ad un risicato 2-1, firmato da Caltagirone e Gennaro.

Dovranno passare ben ventisei anni per rivedere la squadra di Torre del Greco al Celeste: nella stagione di serie C 1972/73, i peloritani rifilarono agli ospiti un sonoro 3-0, firmato da Ferrara, Mammì e Zimolo. Due anni più tardi, sempre in terza serie, il Messina fece registrare lo stesso risultato nella nuova sfida contro la Turris. In quel caso, però, le marcature furono di Musa, autore di una doppietta, e di Picat Re. Dopo altre due vittorie, questa volta per 1-0, nella stagione di serie C2 1981/82, giunse il primo risultato utile dei campani, abili a bloccare i biancoscudati sullo 0-0. Nell’annata successiva, però, i giallorossi “rientrarono nella tradizione”, sconfiggendo i corallini grazie alla rete di Colaprete. Al termine del campionato, il Messina riconquistò la terza serie, vincendo il campionato nonostante la concorrenza di un indomito Akragas. Dopo questa gara, la gloriosa Acr Messina non incontrerà più la Turris, che si misurerà solamente contro il Football Club Messina Peloro.

E infatti, per rivedere una sfida tra le due città, bisognerà aspettare la stagione di serie C/2 1998/99, nella quale i campani renderanno visita ai giallorossi per ben due volte. Le gare con la Turris, peraltro, saranno snodi fondamentali di quella sfortunata annata. Durante il campionato, infatti, la sconfitta del Messina ad opera dei campani, sancì l’esonero di Pietro Ruisi e l’arrivo di Stefano Cuoghi, amatissimo allenatore che portò, l’anno seguente, il Messina in serie C/1. Come accennato, la Turris tornò nell’impianto di Via Oreto per la disputa della semifinale play-off, nella quale venne piegata da una rete di Vittorio Torino. Il Messina, dopo il passaggio del turno, chinò il capo dinnanzi al Benevento, che vinse la finale ai tempi supplementari. La stagione seguente fu un gol di Fabio Di Fausto a regalare i tre punti al Messina, promosso a fine stagione in serie C/1. 

Gli ultimi due precedenti, infine, vennero disputati in concomitanza del “ritorno” della nuova Acr.  Nel febbraio 2019, infatti, finì 5-2, con gara valevole per il campionato di serie D. Vacca e Aliperta, protagonisti l'anno scorso della promozione, portarono avanti i "corallini". L'Acr reagì in maniera veemente,  capovolgendo la situazione nella ripresa con Catalano, Traditi, Ferrante, Marzullo e Arcidiacono. L’anno scorso, invece, furono le motivazioni a decidere l’incontro tra peloritani e corallini: gli ospiti, in corsa per un piazzamento play-off, sconfissero i giallorossi, già salvi, per 1-2. Giannone e Leonetti, nella prima ora di gioco, portarono la Turris sullo 0-2, che concesse al Messina solamente la rete di Russo.