Fabiano: "La migliore Turris vista finora. Alziamo sempre l'asticella, nelle due nostre sconfitte alte percentuali di possesso palla..."

15.11.2020 22:21 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Fabiano: "La migliore Turris vista finora. Alziamo sempre l'asticella, nelle due nostre sconfitte alte percentuali di possesso palla..."
© foto di Salvatore Varo

“Faccio i complimenti alla mia squadra perché ha giocato con grande personalità, con gioco e grande determinazione”. Il tecnico Fabiano esordisce così, elogiando i suoi per la prestazione e continua: “L’inizio è stato in salita commettendo un’ingenuità sul gol nato da palla inattiva, però oggi la Turris ha dimostrato di essere in palla soprattutto a livello mentale e di gioco. Non è facile in un derby andare subito in svantaggio e giocare poi con quell’autorità. Penso che abbiamo fatto una delle migliori partite a livello di intensità, di qualità di gioco e di sofferenza, perché negli ultimi dieci minuti non ne avevamo tanto”.

Fabiano evidenzia i progressi della squadra:Partita per partita alziamo sempre l’asticella. È stata una bella partita contro una Juve Stabia che per organico è una delle migliori squadre, che resta dietro solo a Bari e Ternana. Basta vedere le sostituzioni che hanno fatto. Oggi mancava Orlando, ma avevano ottimi giocatori in campo, il loro numero dieci ha giocato in serie A...”.

L’incoraggiamento dei tifosi alla viglia del derby era stato caloroso e la Turris ha risposto sul campo: Onoriamo sempre la maglia – commenta Fabiano-. Qualche partita sottotono ci può stare, fa parte del percorso di una squadra giovane e nuova. L’importante è che la nostra società ci tiene sempre sul pezzo perché partita per partita dobbiamo giocarcela con chiunque ed essere una squadra mentalmente sbarazzina”.

Il tecnico ritorna su qualche critica piovuta dopo la sconfitta casalinga con il Potenza e chiede il sostegno dei tifosi: “Abbiamo perso due partite. Una con la Paganese facendo un possesso palla del sessantuno per cento e l’altra con il Potenza totalizzando il settanta per cento di possesso palla. È una nota di demerito che abbiamo avuto questi numeri ed abbiamo perso, ma non si può rimproverare nulla a questa squadra. Le sconfitte fanno parte del percorso e noi abbiamo bisogno di gente che ci sia vicina proprio quando capitano risultati negativi. Ed oggi, con il pubblico, avremmo ottenuto qualcosa di importante…”.