Da Dalt: "Domani gara importantissima, la Turris non è morta!"

20.02.2021 14:45 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Da Dalt: "Domani gara importantissima, la Turris non è morta!"

Rientrato da un turno di stop per squalifica, la Turris avrà bisogno anche del miglior Da Dalt per invertire la rotta (proprio per squalifica, invece, mancheranno Romano e Rainone, con il difensore che ha addirittura rimediato due giornate dopo l’espulsione nel finale di partita con il Palermo). È proprio il laterale corallino ad analizzare la difficile situazione in casa Turris e a commentare lo striscione affisso dai tifosi in Curva Vesuvio con la scritta “svegliatevi”: “È un momento delicato, fa parte del calcio – afferma Da Dalt-. I tifosi ci hanno sempre sostenuto, il loro striscione dimostra che ci tengono e che magari in loro sta subentrando un po' di paura. È uno striscione di incitamento e non lo prendiamo assolutamente come una contestazione, anzi. Ci deve dare maggior forza e consapevolezza, dobbiamo dare tutto”.

“Il girone di ritorno è stato sotto le aspettative rispetto al girone d’andata – continua l’esterno corallino-. Dobbiamo continuare a lavorare e stare uniti. Domani sarà una partita importantissima per il nostro cammino”.

Un girone di ritorno che stride fortemente rispetto a quanto di buono fatto in quello d’andata: “L’involuzione? Fa parte del calcio. Si vince, si perde. È normale che dopo tante giornate in cui non arrivano i risultati, il momento è diventato delicato. Dobbiamo essere tutti uniti. Sono sicuro che domani daremo il massimo per portare a casa la vittoria”.

Da Dalt allontana cause da ricercarsi all’interno del gruppo o nel rapporto con la società: “Siamo dei lavoratori, dei bravi ragazzi, la società non ci fa mancare niente, quindi non si può parlare di problemi tra di noi o societari. Anzi, ci hanno sempre sostenuto, anche in questo momento. C’è stato un calo ed adesso dobbiamo cambiare la marcia, già da domani. Sembra una frase fatta, ma non è così. Siamo tutti concentrati e consapevoli che dobbiamo assolutamente vincere”.

“Le prestazioni ci sono sempre state – conclude il laterale corallino-. Non possiamo dire di essere una squadra morta perché una squadra morta non segna, non crea gioco, invece a noi questo non manca, c’è stato solo qualche episodio che dobbiamo portarlo a nostro favore”.