TC - Giannone: "Alla Turris il mix giusto. Vogliamo dare fastidio a tutti..."

15.10.2020 19:06 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: Tuttoc.com
Foto di Pasquale D'Orsi
Foto di Pasquale D'Orsi

Numero dieci sulle spalle, un ritorno praticamente a casa per Luca Giannone che abbraccia il progetto Turris diventando perno del modulo di Fabiano. L'ex Catanzaro è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com per parlare della sua nuova avventura cominciata anche con all'attivo due reti in tre gare, tute vinte dai campani.

Luca dopo tre gare possiamo dire che è nata una bella Turris?
"Qui c'è un mix tra calciatori giovani e d'esperienza, siamo un gruppo unito e si sta creando una bella atmosfera nello spogliatoio. Siamo partiti con il piede giusto".

Ti senti il calciatore più importante?
"Sicuramente mi sento un giocatore importante, devo aiutare i ragazzi come anche lo stesso Rainone. Dobbiamo far capire ai giovani com'è questa categoria per fare bene".

Lo score non è male, subito due reti in tre partite.
"Sono partito bene, spero di continuare così. Mi sento bene mentalmente, stando a casa non penso solamente al calcio. Sono stato accolto bene, mi trovo a mio agio".

Dopo due anni hai lasciato Catanzaro, ti porti qualche rimpianto?
"Rimpianto no però avevamo costruito una squadra importante, nel primo anno potevamo fare qualcosa in più perché si era creato un grande gruppo".

Qual'è invece il vostro obiettivo?
"Il nostro obiettivo rimane sempre la salvezza, con i risultati arriva anche la consapevolezza. Rimaniamo con i piedi per terra, l'importante è raggiungere al più presto possibile la salvezza".

E' il Girone più complicato degli ultimi anni?
"E' un anno tosto, ci sono almeno sette squadre importanti. Noi cerchiamo di dare fastidio un po' a tutti, ci sono calciatori forti che adesso sono nel nostro girone. Possiamo mettere tutti in difficoltà".

Adesso arriva il Monopoli.
"Il Monopoli è una squadra forte, ha un allenatore importante ma noi vogliamo scendere in campo con la testa giusta per fare bene anche domenica".