Messina sconfitto e contestato, Auteri: "Primo tempo discreto, poi tutto da cancellare. Gara decisa non dai cambi della Turris, ma dal nostro calo..."

27.11.2022 22:11 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Messina sconfitto e contestato, Auteri: "Primo tempo discreto, poi tutto da cancellare. Gara decisa non dai cambi della Turris, ma dal nostro calo..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

Notte fonda per mister Auteri, sconfitto in casa dalla Turris e relegato ancora all'ultimo posto del girone C. Il tecnico dei peloritani commenta così il ko contro i corallini: "Abbiamo fatto un primo tempo discreto, aggredendo, recuperando palla e non concedendo nulla su un campo impossibile. La ripresa invece è totalmente da cancellare. Non siamo riusciti a guadagnare campo fin dall’avvio, poi in dieci è andata ancora peggio. Anche io dovrò assorbire questa botta. Incide il rendimento degli attaccanti, non siamo risoluti in area di rigore e non teniamo la palla né accompagniamo l’azione. Creiamo situazioni importanti ma abbiamo dei problemi davanti, è evidente: ci manca il quid risolutore, dovremmo capitalizzare le palle gol. Se non concretizzi nonostante la mole di gioco poi puoi incappare nell’episodio negativo”.

Sul gol partita siglato da Gallo, avvenuto dopo l'espulsione contestata di Mallamo: "La punizione da cui nascono l’espulsione e il gol va riguardata. Le normative sono cambiate: se si alza l’avambraccio a protezione del viso non c’è il fallo e quindi il cartellino. Ho detto all’assistente che in quell’episodio non poteva essere così sicuro sul gol, non aveva la visuale adatta. L’arbitro, che era posizionato meglio di lui, non lo aveva convalidato”.

Sul doppio cambio in avvio di ripresa della Turris, che ha cambiato l'inerzia del match: "Loro hanno alzato il baricentro di venti metri e noi non abbiamo mai ribaltato l’azione. Siamo rimasti troppo bassi. Non sono i cambi che l’hanno cambiata, siamo calati noi con Catania, Balde e Grillo. Ci siamo innervositi, ci siamo spenti e innervositi. Facciamo gol soltanto se partecipano tutti, poi non è un campo che esalta le nostre caratteristiche".