Le pagelle di Turris-Palermo: Franco e Santaniello mostruosi, prima volta da capolavoro per Pavone. Difesa reattiva, mediana sugli scudi!

17.10.2021 17:00 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Le pagelle di Turris-Palermo: Franco e Santaniello mostruosi, prima volta da capolavoro per Pavone. Difesa reattiva, mediana sugli scudi!
TUTTOmercatoWEB.com

Le pagelle di Turris-Palermo…

PERINA 6,5: non viene seriamente impegnato dalle punte del Palermo spesso, ma risponde presente nelle occasioni in cui viene comunque chiamato.

MANZI 7: ormai è una certezza della retroguardia biancorossa. Gran colpo del club corallino, che si è assicurata un prospetto davvero interessante in ottica futura.

LORENZINI 7: scricchiola un po’ all’inizio, ma si riprende alla grande, avendo nettamente la meglio su Brunori.

ESEMPIO 7: ormai agisce da veterano, con sicurezza disarmante. Dove non ci arrivano i compagni ci mette una pezza lui, sventando qualsiasi pericolo.

VARUTTI 6,5: spinta costante nel primo tempo, sempre pronto all’occorrenza per creare superiorità nella metà campo avversaria (dal 37’st LORETO sv).

FRANCO 7,5: mezzo punto in meno per il rigore sbagliato, ma sfodera una prestazione mostruosa. Imprendibile quando scappa palla al piede e rompe le linee avversarie.

TASCONE 7: anche per lui mezzo voto in meno per l’errore grossolano sotto porta nella ripresa, ma le sue prestazioni rimangono su uno standard alto di rendimento (dal 40’st FINARDI sv).

GHISLANDI 6,5: più attento alla fase difensiva rispetto a Varutti. Regge bene di fronte ad un brutto cliente come Giron.

LEONETTI 7: conferma il suo killer instinct sotto porta. Non appariscente, ma maledettamente concreto.

SANTANIELLO 8: la migliore prestazione da quando indossa la maglia della Turris. Non solo il primo gol al Liguori, ma una gara in cui lo trovi in ogni parte del campo, partecipando alla costruzione del gioco da dietro. Quest’oggi diventa impossibile sottargli palla e si trascina puntualmente un paio di avversari dietro (dal 37’st LONGO 6: si rende pericoloso negli scampoli di match a sua disposizione).

GIANNONE 6,5: inizio un po’ contratto. Cresce alla distanza e non si abbatte dopo l’errore dal dischetto. Si sacrifica anche nella ripresa quando c’è da rinculare… (dal 37’st PAVONE 7: bagna il suo primo gol con la Turris con un autentico capolavoro, dimostrando che può essere utile alla causa anche sa subentrato). 

ALL. CANEO 8: al Liguori si affrontano due squadre con lo stesso schieramento, ma a parità di condizioni tattiche il gioco della Turris supera per distacco quello del Palermo, nonostante molti nomi della compagine rosanero siano probabilmente più altisonanti di quelli corallini. Il tris odierno è solo la normale prosecuzione di un percorso di crescita costante, dove si potenziano le virtù e si correggono i difetti, che inizia da lontano, nel quale il tecnico sardo si sta rivelando un valore aggiunto. Da sorpresa a certezza: ora la Turris può restare davvero in alto!