Le pagelle di Palermo-Turris: super Abagnale, Pandolfi straripante. Esempio con personalità, Fabiano azzecca i cambi...

25.11.2020 20:42 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Le pagelle di Palermo-Turris: super Abagnale, Pandolfi straripante. Esempio con personalità, Fabiano azzecca i cambi...
© foto di Ilovepalermocalcio

Le pagelle di Palermo-Turris…

ABAGNALE 8: il miracolo del primo tempo vale come un gol. L’impresa al Barbera parte proprio da quella parata.

RAINONE 8: dopo Reginaldo, annulla anche Saraniti. Si conferma uno dei top player di questa Turris.

DI NUNZIO 7: colonna portante della retroguardia corallina, resiste a tutte le sollecitazioni. Da stigmatizzare l’episodio con Pandolfi, ma va compresa la trans agonistica di una squadra pronta a tutto pur di non crollare al Barbera.

LORENZINI 7: un’altra certezza di questa Turris. Con la difesa a tre non è più una sola alternativa, ma un pezzo fondamentale dello scacchiere.

DA DALT 6,5: gara votata maggiormente al contenimento, ma tiene botta e difficilmente si fa saltare dalle sue parti.

TASCONE 6,5: solita gara di grande quantità, che poteva essere anche strepitosa concretizzando meglio l’assist di tacco di Pandolfi in posizione ottimale (dal 30’st BRANDI 6: si guadagna qualche punizione utile che spezza il ritmo dei padroni di casa).

FRANCO 7: meno ingabbiato rispetto alle sue ultime partite, sfoggia la sua qualità palla al piede, fondamentale per dare respiro alla manovra della Turris.

FABIANO 5.5: nel primo tempo paga fisicamente le folate del Palermo, nelle quali non riesce a far emergere del tutto le sue caratteristiche (dal 1’st ROMANO 6,5: si fa sentire in mezzo al campo e non tira mai indietro la gamba. Guerriero!).

ESEMPIO 7: grandissima prestazione dal punto di vista non solo tattico ma anche della personalità. Non indietreggia al cospetto di giocatori più navigati!

GIANNONE 6,5: più nel vivo della manovra rispetto all’ultimo periodo. Si rivela molto utile quando indietreggia di qualche metro per prendere palla e smistarla nelle zone del campo con meno pressione (dal 42’st ALMA 6: rientra dopo il lungo stop e trova il tempo di siglare l’assist per una vittoria importantissima).

LONGO 5,5: il gioco della Turris del primo tempo non esalta le sue caratteristiche, non riuscendo a farsi valere sulle seconde palle o sulla verticalizzazione dalle retrovie (dal 1’st PANDOLFI 8: appena entra si rende subito pericoloso, mettendo Tascone a tu per tu col portiere. Il gol finale è un’autentica perla, mix di forza e tecnica. Finora è l’autentica rivelazione del mercato corallino).

ALL. FABIANO 8: la vittoria del Barbera è la consacrazione della sua Turris, di una squadra “infame” che non crolla nemmeno con le cannonate, ma che ha anche la forza di pungere le avversarie una volta sfinite dalla mancanza di spazi. Azzecca i cambi nella ripresa, quando la sua squadra non subisce più alcun pericolo nella propria area. Altro passo importante verso l’obiettivo salvezza…