La Turris beffa il Palermo, Boscaglia: "Noi volevamo creare, loro distruggere. Corallini scaltri..."

25.11.2020 17:47 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: mediagol.it
La Turris beffa il Palermo, Boscaglia: "Noi volevamo creare, loro distruggere. Corallini scaltri..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Nel match valido per il recupero della sesta giornata del Girone C di Serie C, il Palermo è stato sconfitto in casa nei minuti finali dell’incontro dal club guidato da Fabiano. Luca Pandolfi, attaccante della Turris, ha portato a termine nel mgiliore dei modi il contropiede dei campani, segnando il gol vittoria al 95′. Al termine della sfida, il tecnico dei siciliani Roberto Boscaglia ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla gara, raccolte dal portale Mediago.it.

“Giusto che i ragazzi siano abbattuti perché sanno che hanno giocato una buona partita, la sconfitta di oggi non ci toglie le certezze ma dobbiamo migliorare su alcuni aspetti. Siamo abbastanza tranquilli e continuare a lavorare così, oggi tante occasioni create e se avessimo fatto gol sarebbe cambiato tutto. Loro sono stati scaltri e furbi, non è successo niente di che. Ho visto i ragazzi giù e quando si perde è giusto sia così, non ci possiamo permettere passi falsi ma dobbiamo valutare anche la prestazione. Oggi la sconfitta non ci stava considerando che ci andava già stretto il pareggio. Gol Turris? devo rivederlo, eravamo in tanti in area di rigore e abbiamo messo una palla centrale permettendo agli avversari di ripartire. Qui non c’è da cercare il colpevole, se fossimo stati già sul 3-0 non sarebbe successo nulla. Nel secondo tempo nessuno ha mollato, loro si sono alzati un pò di più e fatto una ripartenza dopo pochi minuti poi non ho mai visto la Turris. Il Palermo voleva costruire mentre loro distruggere, gettandosi spesso a terra e facendo entrare spesso i sanitari. non è stato un problema di mentalità, si gioca con equilibrio per vincere le partite. Non abbiamo concesso un tiro eccezion fatta per una conclusione a inizio secondo tempo e poi il gol, abbiamo costruito tanto nonostante i campani fossero 11 dietro la palla. Dobbiamo migliorare sotto porta e nel passaggio finale anche perchè di squadra così ne verranno a giocare tante a Palermo, bisogna continuare così. Questa squadra sa quello che vuole e sa quello che fa. La squadra ha cercato fino alla fine la vittoria, ma non è cambiato nulla rispetto alle altre partite. Non ho trovato nulla di diverso“.