Turris-Werkhoven, Primicile lascia aperto uno spiraglio: "Aspettiamo fino al weekend. Senza fretta sul mercato, ancora incerti i costi della prossima stagione..."

31.07.2020 10:22 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Turris-Werkhoven, Primicile lascia aperto uno spiraglio: "Aspettiamo fino al weekend. Senza fretta sul mercato, ancora incerti i costi della prossima stagione..."

Nonostante l’inattesa ed imbarazzante fumata nera nel primo incontro a Torre del Greco, la trattativa tra Givan Werkhoven e la Turris non può dirsi definitivamente saltata. A lasciare ancora uno spiraglio aperto sulla fattibilità dell’operazione è il dg corallino Rosario Primicile, pur ammettendo che ora le chance si sono sensibilmente ridotte: La trattativa resta in piedi. Abbiamo capito il disagio del ragazzo, scaturito da una comunicazione errata sorta con il suo procuratore, non con l’agente che me lo aveva presentato e che stava facendo da intermediario nell’operazione. Dai dialoghi intercorsi con il suo rappresentante, avevamo raggiunto un accordo di base che andava solo formalizzato, ma il ragazzo invece non era al corrente della situazione. Tuttavia, la volontà di Werkhoven di vestire la maglia Turris era evidente, altrimenti non sarebbe proprio venuto a Torre del Greco. Aspetteremo questo weekend per dare modo al ragazzo di riflettere sulla nostra offerta, dopodiché vireremo su altri profili”.

Tuttavia Primicile frena sulle altre operazioni di mercato: Non sarà un problema trovare i calciatori adatti per le nostre esigenze, ma al momento le priorità sono altre. Non è un caso che quasi tutte le squadre di C ancora non hanno ufficializzato alcun acquisto. Ad oggi, purtroppo, ancora non sono chiari i costi della prossima stagione. Non sappiamo se gli stadi riapriranno e con quale capienza, pertanto ancora non possiamo stimare le entrate dai botteghini. Non sappiamo se il protocollo sanitario sarà cambiato o meno, ma se resta quello attuale, che prevede tamponi ogni quattro giorni a tutti i tesserati, bisogna mettere in conto una spesa mensile di 30 mila euro solo per questo scopo. Chiaro che questa incertezza, poi, incide anche sul mercato…”.