Colantonio: "La Turris è già un modello, ma bisogna restare con i piedi per terra. Presenze in crescita, ma mi aspetto di più..."

17.10.2021 18:38 di tuttoturris .com   vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Colantonio: "La Turris è già un modello, ma bisogna restare con i piedi per terra. Presenze in crescita, ma mi aspetto di più..."

Contento della vittoria anche il presidente Colantonio. Contento anche del pubblico, ma “abbiamo comunque avuto un Liguori pieno a metà, mi aspetto sempre di più – commenta il numero uno corallino-. Oggi c’è stata la risposta del pubblico, ma mi aspetto che a questo crescendo della squadra ci sia anche quello dei tifosi perché questa squadra, non il presidente Colantonio, lo merita per il gioco che esprime, merita di avere la soddisfazione di sentire il ruggito del “Liguori” e quindi uno stadio ancora più pieno”.

Il presidente elogia i suoi e crede nel lavoro che stanno svolgendo: “Ormai non lo dico solo io, lo dice tutta Italia. La Turris è presa come modello per il suo gioco, merito dell’allenatore, del direttore sportivo che ha creato questa squadra e a quelli che lavorano vicino. A volte si dice che il bel gioco non paga, com’è successo domenica a Bari… non è vero. Quando si continua a giocare con questa intensità, con queste geometrie e questa forza, i risultati devono arrivare ed oggi devo dire che la Turris è stata impeccabile, è finita tre a zero nonostante abbiamo sbagliato due rigori”.

Vietato, però, fare voli pindarici:La Turris deve restare con i piedi per terra, come lo sono io, come l’allenatore e i calciatori – afferma Colantonio-. Stiamo facendo i punti per salvarci perché l’anno scorso abbiamo avuto una brutta esperienza, sappiamo che il girone di ritorno è un girone difficile. Quindi testa bassa e partita dopo partita dobbiamo fare i punti perché al ritorno le squadre importanti sono quelle che escono fuori. Poi nella vita esiste sempre la favola e le favole a volte si realizzano, ma noi dobbiamo sempre credere che siano favole. I protagonisti sanno che è una favola e come tale dobbiamo trattarla, poi mai dire mai nella vita…”.