Qui Juve Stabia, Pagliuca: "Dobbiamo giocare con la cazzimma stabiese. La Turris cambia spesso sistema di gioco..."

25.02.2024 21:11 di Vincenzo Piergallino   vedi letture
Qui Juve Stabia, Pagliuca: "Dobbiamo giocare con la cazzimma stabiese. La Turris cambia spesso sistema di gioco..."

Mister Guido Pagliuca ha parlato in pista del match con la Turris. Le parole del trainer dell Juve Stabia sono state riprese da Stabiachannel: "Le partite vanno giocate per vincere con l’atteggiamento giusto. Siamo consapevoli di questo e consapevoli di guardare un passo alla volta senza guardare indietro. Veniamo da sedici risultati utili di fila che sono tanti. Li fanno le squadre che hanno tantissime qualità come la nostra, anche a livello di risorse umane. Passo dopo passo, senza mai guardare indietro concentrandosi sul presente e lavorando nel quotidiano forte. La partita di Catania va sfruttata come un’opportunità per capire bene quelle che sono le nostre caratteristiche principali. Questa settimana abbiamo riflettuto su come siamo nati. E noi siamo nati con grande umiltà, grande dedizione al lavoro e con gran cuore immenso. Sono i paletti che la trasferta di Catania ci ha riallineato. Dimostriamo che siamo uomini di carattere e che sappiamo affrontare qualsiasi evento in questo mini torneo. Prendiamo tutto il positivo da quanto uscito da questa partita. Per quanto riguarda il minutaggio abbiamo fatto delle scelte in queste due partite".

Sui corallini: "La Turris ha cambiato spesso sistema di gioco. Vedremo domani. Dobbiamo giocare anche per la nostra gente, per la nostra curva, per Castellammare. È una partita importante anche per Castellammare. Dobbiamo sentirci a nostro agio nel nostro campo che ci spingerà forte per fare il meglio. Sappiamo che è una partita dove dobbiamo essere allineati: umiltà, cuore e lavoro. Quando dobbiamo essere cattivi nei confronti dell’avversario, lo dobbiamo fare. Quando c’è la possibilità di giocare, giochiamo. È giusto che l’allenatore stia in panchina. Ho uno staff splendido e dei giocatori splendidi. Uno dei gruppi più belli che ho allenato. Siamo contenti e consapevoli di quello che siamo. Io sono l’ultima ruota del carro e mi metto a disposizione dei ragazzi. Domani dobbiamo giocare con la “cazzimma” dello stabiese".