Turris, stretta finale per Celiento, Vacca e Da Dalt. Contatti con Abayián…

24.06.2019 06:15 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Guido Ezequiel Abayan
Guido Ezequiel Abayan

In attesa di sapere se il confronto con Ghirelli di giovedì darà qualche margine di speranza in chiave ripescaggio, la Turris è al lavoro per completare la rosa in vista della prossima stagione. Ad eccezione del blocco di riconferme ritenuto valido sia per la C che per la D, i restanti interventi saranno mirati soprattutto alla disputa del campionato di Interregionale e non potrebbe essere altrimenti, trattandosi al momento dell’ipotesi più realistica.

A tal proposito questa settimana sarà decisiva per la definizione di discorsi già in fase avanzata. A stretto giro infatti dovrebbe arrivare la conferma di Celiento e sarà affrontata anche la questione Vacca, con il centrocampista che sembra molto più vicino al rinnovo rispetto a qualche settimana fa. In dirittura d’arrivo anche l’accordo per l’ingaggio di Da Dalt, con la Turris in pole position rispetto a San Tommaso e Taranto. Sempre attuale il nome di Ruggiero per la mediana, con i biancorossi che da un momento all'altro potrebbero sferrare l'assalto decisivo.

Questa sarà la settimana decisiva anche per il futuro di Simone Addessi: è già in programma un incontro con l’entourage del fantasista, sul quale però ci sarebbero anche squadre di categoria superiore. La sensazione è che però alla fine anche l’ex Fondi possa restare a Torre del Greco, privilegiando la continuità tecnica per la crescita personale.

In avanti meno certa la permanenza di Guarracino, mentre la Turris negli ultimi tempi ha messo gli occhi su Guido Abayián, colosso argentino classe ’89 di 191 cm, reduce da una stagione positiva con la Cittanovese. Classico centravanti di stazza ma dotato anche di una più che discreta tecnica, Abayián aveva già impressionato mister Fabiano nello scorso campionato, senza trascurare che il trainer torrese ha avuto quasi sempre nelle sue squadre un attaccante con queste caratteristiche, come ad esempio Longobardi e Lacarra nelle sua precedente esperienza alla guida dei corallini.