Rebus Liguori irrisolto, Turris costretta a traslocare ad Ercolano: i tifosi si mobilitano…

18.08.2019 18:39 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Rebus Liguori irrisolto, Turris costretta a traslocare ad Ercolano: i tifosi si mobilitano…

A poco più di una settimana dal blitz dei vigili urbani, resta ancora irrisolto il rebus Liguori, con il campo interdetto per gli allenamenti della Turris, che nel frattempo a quanto pare non ha ricevuto nessuna comunicazione ufficiale da parte del Comune sul da farsi. Nel frattempo, però, gli accessi al rettangolo di gioco sono stati addirittura saldati, in barba alle raccomandazioni della ditta che ha installato il nuovo manto erboso, la quale aveva consigliato di calpestare il campo per 30 giorni consecutivi e di innaffiarlo una volta al giorno per un definitivo collaudo e per evitare che lo stesso si deteriorasse con il caldo.

Detto questo, la Turris nell’ultima settimana si è allenata all’Aura Sport, una soluzione tampone che però non poteva durare a lungo, non trattandosi di un campo ideale per una squadra che deve preparare un campionato di serie D. Pertanto la società corallina è stata costretta a trovare un altro impianto nelle vicinanze: scelta che sarebbe caduta sul Solaro di Ercolano, sul quale gli uomini di Fabiano dovrebbero cominciare ad allenarsi a partire da domani, con sedute rigorosamente a porte chiuse. Un trasloco a tempo indeterminato, in attesa di disposizioni da parte del Comune.

Una situazione che comincia a preoccupare non poco i tifosi corallini, visto che il campionato si avvicina e ancora sono incerti i tempi entro i quali la Turris potrà tornare a disputare anche solo impegni ufficiali nell’impianto di Viale Ungheria (oltre all’area cantieristica ancora aperta, restano ancora da risolvere le gravi impellenze relative al sequestro della Tribuna e al cancello dei Distinti per ottenere la piena agibilità). Per questo motivo una delegazione di supporters biancorossi domani tenterà il dialogo con le istituzioni attraverso un sit-in al Comune di Torre del Greco, al fine di sbrogliare una matassa che rischia di compromettere in partenza le grandi ambizioni della Turris per la prossima stagione.

Sulla vicenda è intervenuto ancora una volta il Consigliere di Minoranza Luigi Mele, che attraverso i social ha aspramente criticato la condotta dell’Amministrazione sulla questione stadio: “Il Sindaco e la sua cricca sono tornati in poltrona, ma sulla questione "STADIO LIGUORI" tutto tace. I nostri suggerimenti, che avrebbero potuto permettere alla nostra squadra del cuore di allenarsi con serenità sul proprio campo, non sono stati presi in considerazione. Ancora una volta questa Amministrazione non si mostra disponibile a fare qualcosa di serio e concreto per la Città! LA SQUADRA HA BISOGNO DI ALLENARSI A CASA SUA! L'ultima azione compiuta è stata la saldatura delle porte di accesso al terreno di gioco: Giovanni Palomba sta vanificando l'impegno della #Turris e infrangendo i sogni della squadra e dei tifosi!”.