Primicile: "Turris in grande crescita, il Latina mi ricorda il Messina. La Tribuna? Riaperta non prima di 30 giorni. Su Cunzi..."

01.11.2019 18:00 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Primicile: "Turris in grande crescita, il Latina mi ricorda il Messina. La Tribuna? Riaperta non prima di 30 giorni. Su Cunzi..."

Il dg della Turris Rosario Primicile commenta il momento dei corallini a poche ore dal big match con il Latina: La squadra è in progressione costante dal post Budoni. Credo che subito dopo il momentaneo 2-0 in terra sarda, sia scattato qualcosa nella testa dei giocatori, che hanno reagito alla grande, sfornando due grandi prestazioni contro Muravera e Latte Dolce, grazie anche alla crescita di condizione di alcuni elementi. Con il senno di poi si potrebbe dire che la gara di domenica scorsa con in pizzico di cinismo in più la si poteva anche vincere, ma bisogna soffermarsi sulla prestazione, che ha dato consapevolezza non solo noi stessi ma anche alle rivali che la Turris è una squadra molto forte”.

Sul match con il Latina: Avversario da non sottovalutare assolutamente. Il Latina mi ricorda l’Acr Messina dell’anno scorso, che ci fece soffrire al Liguori. Rosa composta da tanti grandi nomi, alcuni dei quali seguiti anche da noi in questi anni, che per un motivo o per un altro non stanno rispecchiando in classifica il loro valore. Ma nella partita singola può nascondere tante insidie se non si affronta con la mentalità giusta…”.

Sul ritorno al Liguori, seppur a mezzo servizio: “Purtroppo già sapevamo che era tecnicamente impossibile avere tutto il campo usufruibile per questa domenica. C’era già la sensazione che mancassero ulteriori passaggi per ottenere l’agibilità della Tribuna e poi il dissequestro definitivo del settore, dato che il provvedimento penale emesso mesi fa non riguardava soltanto l’opera abusiva del ballatoio ma anche un problema di sicurezza relativo ai cornicioni. Realisticamente la Tribuna non sarà riaperta prima di 30 giorni, dato che bisogna compiere ancora vari passaggi tra dissequestro temporaneo, svolgimento dei lavori di messa in sicurezza, ottenimento dell’agibilità tramite nuova riunione della Commissione di Vigilanza ed infine dissequestro definitivo da parte della Magistratura”.

Poche parole invece per liquidare il caso Cunzi: “Gli verranno saldate le spettanze restanti, come giusto che sia. Sono contento che altrove stia riuscendo ad esprimere ciò che invece non è riuscito a fare l’anno scorso a Torre…”.