Aliperta: "In questa Turris non esistono titolari e riserve. Ci sarà da soffrire fino alla fine..."

17.02.2020 16:35 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Aliperta: "In questa Turris non esistono titolari e riserve. Ci sarà da soffrire fino alla fine..."

Nelle grandi squadre spesso e volentieri serve anche la magia del singolo per sbloccare le fasi delle partite più complicate. Ancora una volta è toccato a Mimmo Aliperta realizzarla, dando una svolta importante al match col Budoni grazie ad una perla su punizione dal limite. Il regista corallino archivia così la gara contro i sardi: “Abbiamo più volte affrontato il discorso del furore agonistico che le avversarie mettono giustamente contro di noi, dato che affrontare la capolista ti dà sempre motivazioni importanti. Ecco perché ci sono fasi della partita in cui magari andiamo in difficoltà, ma è assolutamente normale, anche perché non possiamo pretendere di dominare i nostri avversari per 90 minuti ininterrotti. Abbiamo però la consapevolezza della qualità e della profondità della rosa, grazie alla quale in qualsiasi momento possiamo cambiare le sorti di un match. In questa squadra non esistono titolari e panchinari, questa è la nostra grande forza quest’anno. Siamo però consapevoli che in qualche frangente dobbiamo essere bravi anche a soffrire, tanto noi in campo come i tifosi sugli spalti”.   

Sul record di imbattibilità dalla A alla D: “Sono soddisfazioni che proverei soltanto ad obiettivi raggiunti. Ora il nostro pensiero è tutto rivolto alla corsa promozione. Metterei la firma per perdere qualche partita, a discapito del record, in cambio della vittoria del campionato”.

Sul testa a testa con l’Ostiamare: “L’Ostia ci ha sorpreso tanto, si è rinforzata nel mercato invernale con pedine importanti e che conosco bene. Pertanto, ha tutti i presupposti per recitare il ruolo di antagonista fino alla fine. 7 punti di distacco non sono affatto tanti, perciò non abbiamo alcun motivo per rilassarci. Da qui alla fine ci attendono ancora tante gare durissime, ma ne siamo totalmente coscienti”.