Paradosso Liguori: campo dichiarato inutilizzabile, ma senza un "uso intenso" la LND non può omologare il nuovo sintetico...

19.08.2019 18:35 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Paradosso Liguori: campo dichiarato inutilizzabile, ma senza un "uso intenso" la LND non può omologare il nuovo sintetico...

Campo inutilizzabile ma bisognoso di un uso intenso per ottenere l’omologazione dalla LND. E’ questo un altro dei grandi paradossi che emerge da una delle tante chiavi interpretative della questione Liguori. Quest’oggi il Comune di Torre del Greco ha ribadito l’impossibilità della Turris di allenarsi poiché anche il recinto di gioco risulta ancora area cantieristica. Ma tornare quanto meno ad allenarsi nell’impianto di Viale Ungheria, il prima possibile, diventa fondamentale per non sprecare letteralmente l’investimento sostenuto per l’installazione di un nuovo manto erboso artificiale.

Infatti, come da prassi la LND ha concesso autorizzazione temporanea per l’utilizzo di questo manto erboso nelle gare ufficiali della Federazione Italiana Giuoco Calcio per un massimo di 120 giorni, nell’attesa che la stessa svolga le prove di omologazione di rito.

Ma, come specificato nella “Procedura Amministrativa Presupposta All’attenimento Dell’omologazione Di Un Campo Da Calcio In Erba Artificiale Di Ultima Generazione” della FIGC, “Nei 50/60 (cinquanta/sessanta) giorni di attesa per poter eseguire le prove di ‘Omologazione’, il campo da giuoco dovrà essere utilizzato in modo intenso (a tutto campo) in modo che l’intasamento possa assestarsi e quindi essere pronto per le prove di “Omologazione”.   

Pertanto, se il manto erboso del Liguori non verrà “calpestato” quanto prima, scadrà l’autorizzazione temporanea e la LND non potrà rilasciare il certificato di omologazione, con il rischio di non potervi disputare gare ufficiali, pur risolvendo gli altri problemi strutturali e burocratici oggi presenti.

Ecco nel dettaglio il regolamento…

Dopo l’ultimazione della posa del manto e la successiva riconsegna del campo finito dall’appaltatore alla proprietà, dovrà essere richiesta l’omologazione del campo, con l’apposito modulo (Mod. n° 6) di “Richiesta di Omologazione” di campo ultimato (test prestazionali) da inviare alla LND, trasmettendo in allegato anche il modulo dei dati fiscali per la fatturazione dei servizi (Mod. n° A). Il pagamento di €. 10.000,00 (diecimila/00) + IVA di legge effettuato a favore di: LND Servizi S.r.l., che successivamente emetterà la fattura a fronte del servizio richiesto. Questa procedura rimarrà valida fino all’entrata in funzione del nuovo portale per la gestione documentale a seguito della quale tutti i documenti saranno caricati in solo formato elettronico direttamente sul portale.

I. La LND, esperiti gli opportuni accertamenti, concorderà con l’Ente proprietario e con la Società sportiva la data di effettuazione delle prove di “Omologazione” del campo, per verificarne la conformità ai parametri previsti nel presente Regolamento per la realizzazione dei campi da calcio in erba artificiale. La data delle prove di “Omologazione”, che in ogni caso saranno eseguite non prima di 50/60 (cinquanta/sessanta) giorni dalla data di riconsegna del campo finito dall’appaltatore all’Ente e/o Società sportiva e comunque entro 90/120 giorni dalla stessa data e/o dalla data di ricezione della richiesta di omologazione se posteriore, sarà concordata tenuto conto degli impegni già assunti dalla LND per altre strutture e quindi secondo il calendario già composto dalla LND.

J. Nei 50/60 (cinquanta/sessanta) giorni di attesa per poter eseguire le prove di “Omologazione”, il campo da giuoco dovrà essere utilizzato in modo intenso (a tutto campo) in modo che l’intasamento possa assestarsi e quindi essere pronto per le prove di “Omologazione”. Per permettere l’utilizzo del campo per eventuali partite di campionato, nel lasso di tempo previsto al punto “I” che precede, la LND Servizi rilascia automaticamente alla ricezione dell’istanza di omologazione del campo ultimato una “Autorizzazione all’utilizzo temporaneo del campo” la cui validità cessa automaticamente al rilascio dell’Attestato di Omologazione.