Focus sul girone I - La griglia di TT: Bari super favorito, Messina e Turris pronte ad inserirsi. Tra sorprese ed incognite...

12.09.2018 13:01 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 1504 volte
Focus sul girone I - La griglia di TT: Bari super favorito, Messina e Turris pronte ad inserirsi. Tra sorprese ed incognite...

Senza il Bari si sarebbe parlato di un girone I all’insegna dell’equilibrio, senza una corazzata concreta ma con un gruppo di squadre che se la sarebbero giocata quasi alla pari per il primato. La presenza dei galletti, invece, inevitabilmente cambia i giudizi ed i valori dell’ultimo raggruppamento della LND, che quest’anno per la prima volta in assoluto vede una pugliese tra i suoi ranghi.

IL DREAM TEAM DI ADL - Scontato definire il Bari come la super favorita del girone. Non potrebbe essere altrimenti, visto l’organico allestito da De Laurentiis, nel quale figurano tutti senior che fino all’anno scorso hanno militato da protagonisti tra serie B e C, come i vari Di Cesare, Brienza, Cacioli, Bolzoni, Floriano, Neglia, Simeri e tanti altri.

LE ANTI-BARI - Tuttavia la storia della serie D insegna che non sempre i big si sono adeguati ad una categoria del tutto diversa dai Pro e che nasconde più insidie di ciò che si pensi. Ecco perché i giochi non sono chiusi in partenza. Di mezzo c’è sempre il campo e con esso almeno 3 o 4 squadre che possono recitare il ruolo di anti-Bari, su tutte Messina e Turris. I peloritani hanno costruito una rosa molto esperta per lottare al vertice, puntando su Porcaro e Cossentino in difesa, oltre a Rabbeni, Gambino e Petrilli in attacco. Atteso un colpo grosso in mediana, dove sono già presenti Traditi e Bossa.

Non è da meno la Turris, che ha anch’essa attrezzato sulla carta una squadra più che all’altezza della categoria, puntando sulle migliori espressioni campane degli ultimi anni, da Varchetta a Longo, passando per Aliperta, Vacca, Celiento ecc., impreziosita dalle ciliegine Cunzi e Di Nunzio, elementi classificabili come top player per la D.

LE OUTSIDER - Subito dopo Messina e Turris, ci sarebbero le neopromosse Marsala e Castrovillari, oltre al solito Gela. Il Marsala presenta tanta qualità in avanti e a centrocampo, con i fantasisti Barraco e Tripoli pronti a servire un bomber navigato come l’ex Taranto Balistreri. Mediana votata al palleggio con Sekkoum e Lo Nigro. Non scherza nemmeno il Castrovillari, che punta sui vari Ungaro, Lavrendi, Lo Masto, Catinali e Gallon.

Incuriosisce il Gela di Zeman Jr, che si presenta ai nastri di partenza con un attacco esplosivo, costituito da Ragosta, l’ex Nocerina Dieme, l’ex Vibonese Sowe, Montalbano, Alma ed il riconfermato Bonanno, autore di 19 gol lo scorso anno. Senza dimenticare l’esperto Sicignano in difesa.

Attenzione anche al Città di Messina, trascinato dal tandem offensivo sudamericano Galesio-Feuillassier.

Tra le outsider da inserire anche l’Acireale, che tra le sua fila vanta un attacco di tutto rispetto con l’ex Akragas Savanarola e l’esperto Madonia, reduce da 8 anni di fila in Lega Pro. Altro elemento di spessore è il centrocampista Giuseppe Russo, con tanta serie C alle spalle.

LA LOTTA SALVEZZA – Fitta bagarre invece tra le squadre che dovrebbero contendersi quella zona che va dal centro classifica alla lotta salvezza. Tra queste le campane Nocerina e Portici, che hanno dovuto far fronte a budget contenuti in fase di mercato. Seguono la Sancataldese di Ciccio Mascara, che punta sulla fantasia dell’ex Frattese Ficarrotta. Anche la Cittanovese punta ad una salvezza tranquilla con vecchie conoscenze campane come Ansalone, Scoppetta, Postorino, oltre all’estroso Crucitti.

Linea verde per il Roccella, che punta sul blocco dello scorso anno e l’interessante attaccante Karbo (ex Campobasso) e per l'Igea Virtus, con quest’ultima partita in forte ritardo. Stesso dicasi per il Troina, che ha ceduto i pezzi migliori al Siracusa dopo il testa a testa con la Vibonese dello scorso campionato. Pochi cambi anche per il neopromosso Rotonda, che punterà sull’ossatura vincente della stagione precedente. Incognite Locri e Palmese, con quest’ultima sotto sequestro per fatti extra-calcistici e con un futuro assai incerto all’orizzonte.

Di seguito la griglia di Tuttoturris...

LA FAVORITA – Bari

LE OUTSIDER – Turris, Messina, Marsala, Castrovillari, Gela.

LE POSSIBILI SORPRESE – Città di Messina, Acireale.

LA LOTTA SALVEZZA – Nocerina, Portici, Sabcataldese, Cittanovese, Roccella, Igea, Rotonda, Troina.

INCOGNITE – Palmese, Locri.