Turris cerca stadio - Salta anche Rieti: tentativo per l'Arechi. Nel frattempo riprendono i lavori al Liguori...

15.07.2020 12:33 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Turris cerca stadio - Salta anche Rieti: tentativo per l'Arechi. Nel frattempo riprendono i lavori al Liguori...

Turris ancora alle prese con la ricerca di uno stadio a norma per la Lega Pro, da indicare nella domanda di iscrizione alla serie C entro fine luglio. Questa mattina il club corallino ha ricevuto dalla Questura di Rieti parere negativo per la concessione del “Manlio Scopigno”, poiché privo dell’agibilità necessaria per disputare la prossima Lega Pro (l’anno scorso avevo goduto di una temporanea per due soli settori dell’impianto, valevole entro e non oltre la stagione 2019/2020).

Caduta, dunque, quella che fino a poche ore fa era l’ipotesi più accreditata per ospitare i corallini, seppur formalmente, nella domanda d’iscrizione. Nel frattempo per la Turris si è riaperta una pista campana, che porterà ad un tentativo per "l’Arechi" di Salerno. In tal senso, la macchina organizzativa si è già messa in moto e nelle prossime ore è attesa una risposta decisiva. In caso di ulteriore responso negativo, per i biancorossi non resterebbe che puntare il tutto per tutto negli stadi rimasti in Puglia (su tutti Francavilla Fontana e Bisceglie)…

Nel frattempo sono ripresi i lavori di adeguamento al Liguori. Infatti sono iniziati – come preannunciato da Il Mattino – “gli interventi di installazione dei divisori nella zona del settore Distinti per la delimitazione delle aree destinate alla sosta di pullman e mezzi di soccorso. Il posizionamento delle barriere new jersey è stato individuato in conseguenza della scelta del percorso da destinare ai tifosi ospiti (viale Ungheria)”.

A partire da oggi, ottenuto l’ok del Genio Civile, dovrebbe partire anche l’installazione di ulteriori fari sulla pensilina della Tribuna, fondamentali per ottenere il raggiungimento del valore di illuminamento richiesto dalla Lega. A quel punto, resterebbe solo da ottenere il certificato Fifa Quality Pro per il manto in sintetico, i cui tempi di rilascio sforano però il termine inderogabile stabilito per la domanda d’iscrizione.

Ed è per questo che la ricerca di uno stadio alternativo resta ancora la priorità principale per i corallini!