Ferretti fa quota 100 tra i Pro: "La condizione sta tornando ottimale. Con Caneo nessuna differenza tra terzino e ala..."

27.04.2021 20:43 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Fonte: Andrea Liguoro - Tuttoturris.com
Ferretti fa quota 100 tra i Pro: "La condizione sta tornando ottimale. Con Caneo nessuna differenza tra terzino e ala..."

Domenica scorsa, con il Bari, ha toccato quota cento presenze tra i Professionisti in Italia. E lo ha fatto dando il via al tris rifilato ai pugliesi con un cross-assist per D’Ignazio, un tris che è valsa la tanto agognata salvezza. “Siamo salvi e siamo tutti contenti – esordisce Ferretti-, abbiamo raggiunto l’obiettivo. Adesso ci restano due partite per raggiungere un altro obiettivo, quello dei playoff, qualora la Casertana domenica perdesse con la Paganese. Cento presenze? Sono poche – afferma sorridendo-, però è un bel traguardo che spero di continuare”.

Dopo un’inevitabile difficoltà iniziale dovuto alla ripresa dopo un lungo stop, il difensore corallino sembra aver trovato la giusta condizione fisica per mostrare le sue qualità soprattutto in fase offensiva. E chissà che proprio queste ultime giornate non possano valere la riconferma: “Sono stato due anni fermo – conferma Ferretti-, ma la condizione sta tornando ottimale. Svolgere un ritiro dall’inizio sarebbe diverso, anche perché conosceresti tutto quello che ti chiede il mister, quindi spero di ripartire da zero e di rimanere qui”.

Impiegato da Caneo come braccetto difensivo con licenza di attaccare, potrebbe essere utile anche come esterno di centrocampo? “Mi piace giocare più da esterno – ammette il difensore-, però con il gioco che fa il mister, il braccetto difensivo è un pò la stessa cosa dell’esterno, anche se da braccetto ci sono ovviamente più compiti difensivi. Il mister, però, è uno che gioca con una mentalità offensiva, quindi gli fa piacere avere un braccetto che attacca… insomma, in entrambi i ruoli va bene”.