Turris, spunta Angri per i match con Anagni e Sorrento. Ma potrebbero essere gli ultimi lontano dal Liguori...

17.09.2019 11:46 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Turris, spunta Angri per i match con Anagni e Sorrento. Ma potrebbero essere gli ultimi lontano dal Liguori...

La Turris dovrebbe aver trovato una sede per le prossime sfide casalinghe. Infatti, vista l’indisponibilità dello "Ianniello" di Frattamaggiore, oltre agli stadi di Gragnano, Portici ed Ercolano, la società corallina a quanto pare ha ottenuto il placet dal Comune di Angri per giocare al "Pasquale Novi", recentemente ristrutturato e con un manto erboso artificiale di ultima generazione, così come quello installato al Liguori. Per l’ufficialità ora si attende il visto dalla Federazione, trattandosi di un campo fuori dalla provincia nella quale ha sede il club biancorosso, ma dovrebbe trattarsi solo di una formalità.

Il Novi dovrebbe essere anche la sede del match di Coppa Italia di mercoledì prossimo con il Sorrento, per il quale si sta pensando di programmarlo in notturna, ovviamente dietro il consenso della compagine ospite.

L’alternativa in extremis, in caso di complicazioni, resterebbe giocare a porte chiuse a Torre del Greco o con una capienza massima di 200 spettatori, tale per cui non è necessaria la licenza per lo svolgimento di un pubblico spettacolo.

Insomma, una Turris costretta ancora a girovagare per trovare un campo sul quale disputare le proprie gare ufficiali, ma potrebbero essere le ultime settimane lontano da casa. Infatti, secondo le ultime voci istituzionali, il Genio Civile avrebbe accettato i calcoli depositati per il nuovo cancello nell’ingresso dei Distinti, che pertanto dovrebbe essere installato tra la fine di questa settimana e la prossima. Fatto ciò, in teoria già si potrebbe giocare al Liguori, magari utilizzando solo gli stessi Distinti e la Curva Vesuvio.

Tuttavia non è da escludere anche una risoluzione della questione Tribuna a stretto giro. Oggi terminerà la "sanatoria con opere a farsi” del ballatoio e da domani verranno riapposti i sigilli, così come era stato prescritto dal Magistrato. Dopodiché si avvierà l’iter per il dissequestro definitivo e successivo collaudo, che si spera possa essere espletato massimo in una decina di giorni.

Pertanto, ad oggi la data cerchiata sul calendario per il ritorno al Liguori anche per la disputa di gare ufficiali è il 6 ottobre, giorno di Turris-Portici. Partita che potrebbe disputarsi in un Liguori a mezzo servizio o addirittura totalmente usufruibile, se la macchina burocratica, giudiziaria e amministrativa dovesse fare il proprio corso senza rallentamenti o esitazioni.