VERSIONE MOBILE
 
  Giovedì 26 Maggio 2016  
PRIMO PIANO
BARATTO VICINO ALLA RICONFERMA. E' LA SCELTA GIUSTA?
  
  

PRIMO PIANO

Turris danneggiata ma anche ingenua: al Liguori passa un'Ischia non proprio irresistibile...

Passati in svantaggio per un penalty inesistente, i corallini riescono a rialzarsi ma perdono il match a causa di incredibili amnesie difensive...
26.02.2012 18:25 di Vincenzo Piergallino  articolo letto 940 volte
Turris danneggiata ma anche ingenua: al Liguori passa un'Ischia non proprio irresistibile...

Danneggiata senza dubbio dall'arbitro ma anche imbarazzante dietro. La Turris esce sconfitta dal confronto casalingo con l'Ischia con un rocambolesco 4-5, al termine di una gara condizionata sia dagli errori arbitrali, sia dai macroscopici errori difensivi del team corallino. Ha la meglio la compagine ischitana che, grazie alla sconfitta del Martina, con questi 3 punti riconquista il primato, senza tuttavia lasciare una grandissima impressione al Liguori, dando l'idea di una squadra forte nei singoli ma molto fragile nel complesso e con poco equilibrio. 4 reti subite sono troppe per una compagine che ha grandi ambizioni...
PARTENZA AD HANDICAP. La Turris si presenta all'evento con un inedito 4-3-3. Liquidato conferma Mariniello in mediana, affiancandogli Sardo e Vacca, ed in avanti posiziona Allegretta e Foderaro ai lati di Cosa. L'obiettivo iniziale è quello di sfruttare gli ampi spazi che di solito la compagine ischitana concede dietro, puntando sulla velocità delle due ali coralline nei capovolgimenti di fronte. ll piano di Liquidato salta quasi subito, perché dopo soli 7 minuti gli avversari passano in vantaggio con un rigore letteralmente regalato, concesso per un inesistente atterramento di Volturo ai danni di Ercolano, quando invece il portiere corallino aveva preso chiaramente la palla.
GRANDE REAZIONE. Il penalty regalato tuttavia non scompone la Turris che invece reagisce veementemente, portandosi più volte nell'area di rigore avversaria. I corallini raddrizzano la gara al 26' con Allegretta, al termine di un'azione insistita sugli sviluppi di un corner. A questo punto i padroni di casa dimostrano di poter far male ad un'Ischia sfilacciata, limitata alle sole invenzioni del fantasista Manzo. La squadra allenata dall'ex Mandragora evidenzia una spaccatura tra centrocampo e attacco, dato che i 3 davanti faticano ad arretrare, e così facendo permettono alla Turris di trovarsi sempre in superiorità numerica.
BLACK OUT. La Turris dà la sensazione di poter colpire ancora ma nel finale 2 amnesie difensive compromettono definitivamente la partita. Al 38' in corallini si fanno colpire ingenuamente in contropiede con rete di Ausiello ma la frittata è fatta allo scadere del primo tempo, quando Mazzeo approfitta dell'ennesimo buco della difesa per siglare il momentaneo 3-1.
LA FORZA DEI SINGOLI. Nella ripresa mister Liquidato passa al 4-2-4 con l'inserimento di Gilfone, salvo poi passare al 4-3-1-2 con l'ingresso di Amoroso; Mandragora gli risponde invece con un atteggiamento più coperto, togliendo Manzo e schierando il 4-4-2. I corallini al 10' ritrovano il gol della speranza con Foderaro ma puntualmente si fanno colpire da Ercolano, lasciato troppo libero di agire all'interno dell'area. L'Ischia soffre particolarmente la Turris ma si dimostra superiore nella forza dei singoli ed infatti è Mazzeo a siglare il momentaneo 5-3, dopo che Terracciano aveva riaperto i giochi con il solito calcio piazzato. Nel finale la rete dal dischetto di Gilfone non cambia l'esito di una gara "pazza", che ha confermato pregi e difetti della Turris 2011-2012.

Turris-Ischia 4-5 (7'pt Manzo r; 26'pt Allegretta; 39'pt Ausiello; 48'pt Mazzeo; 10'st Foderaro; 16'st Ercolano; 34'st Terracciano; 40'st Mazzeo; 45'st Gilfone r)

Turris (4-3-3): Volturo, Speranza, Pagano, Terracciano, De Palma; Sardo, Vacca (7'st Gilfone), Mariniello, Allegretta (21'st Amoroso); Cosa (30'st Esposito), Foderaro. All.: Liquidato. A disp.: Polise, Gilfone, Esposito, Occhiuzzi, Somma, Lamattina, Amoroso.

Ischia (4-3-1-2): Incarnato, Finizio, Tito, De Rosa, Micallo, Scarlato (33'pt Rainone), Ercolano, Ausiello, Mazzeo, Manzo (9'st Trofa), Piscopo (38'st Minauda). All.: Mandragora. A disp.: De Luca, Sommella, Minauda, Trofa, Sarli, Marzocchi, Rainone.

Arbitro: Marcolin di Schio.

Note: ammoniti Volturo, Piscopo, Finizio, Pagano.

SI PREGA DI CITARE LA FONTE IN CASO DI RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO
 


Altre notizie - Primo piano
Altre notizie
 

TUTTO SECONDO PROGRAMMA. TURRIS, ORA L'ESAME PIÙ IMPORTANTE!

Tutto secondo programma. Turris, ora l'esame più importante!Il presidente corallino l’ha definita l’era Giugliano 3.0. L’era che verrà, deve essere quella del rilancio in casa Turris dopo una meritata salvezza conquistata sul filo di lana. IL BILANCIO – Numeri alla mano. La Turris targata Giugliano-Calce-Vitaglione in due anni di gesti...

GIRONE I - BOCCIATO IL RICORSO DELLA LEONFORTESE: AGROPOLI SALVO!

Girone I - Bocciato il ricorso della Leonfortese: Agropoli salvo!Dopo circa 2 ore e mezza la città di Agropoli può esultare alla bocciatura del ricorso della Leonfortese, che...

RISULTATI&CLASSIFICA - TUTTI I VERDETTI: VIRTUS IN C, FLOP SAN SEVERO. TURRIS AL CARDIOPALMA...

RISULTATI&CLASSIFICA -  Tutti i verdetti: Virtus in C, flop San Severo. Turris al cardiopalma...Si conclude il campionato di serie D. La Virtus Francavilla corona il sogno e conquista la serie C: finisce in pareggio...

PIAZZAMENTI E CLASSIFICHE CAMPIONATI TURRIS

PIAZZAMENTI E CLASSIFICHE CAMPIONATI TURRIS1944: Nascita della Turris 1944. 1945-46: Partecipa al Campionato di Prima Divisione. Ripescata in C. 1946-47: 3° nel...

TOTO-ALLENATORE PER IL POTENZA: IN POLE GIACOMARRO. PIACCIONO ANCHE ARLEO, VADACCA E LIQUIDATO

Toto-allenatore per il Potenza: in pole Giacomarro. Piacciono anche Arleo, Vadacca e LiquidatoV&V vogliono disputare una stagione di vertice non lasciando nulla al caso e tenendo in caldo anche il...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 26 Maggio 2016.
   Tutto Turris Norme sulla privacy | Cookie policy   
Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI