Questione Liguori. Ormai è scontro Turris-Comune. Palomba a Colantonio: “Dieci allenamenti te li pago io”

10.08.2019 11:45 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Questione Liguori. Ormai è scontro Turris-Comune. Palomba a Colantonio: “Dieci allenamenti te li pago io”

Ormai è scontro tra la Turris ed il Comune di Torre del Greco. Il pomo della discordia, manco a dirlo, l’utilizzo dell’Amerigo Liguori. Una battaglia sempre più dei poveri, dettata per lo più da questioni burocratiche ed amministrative, che sta mettendo a serio rischio la tranquillità dell’ambiente corallina, proprio a ridosso dell’anno in cui era stato fissato l’obiettivo promozione.

Margini per ricomporre questa frattura non sembrano esserci, almeno nell'immediato, anche perché i tentativi di mediazione e di confronto negli ultimi giorni sono clamorosamente falliti. Ora si è passati alle azioni legali, con il presidente Colantonio che ha predisposto una denuncia per abuso d’ufficio, violenza privata, accesso illegittimo e violazione di domicilio contro quei tecnici comunali che ieri mattina hanno apposto lucchetti e catene ai cancelli del Liguori.

Nel frattempo a mezzo stampa il sindaco Giovanni Palomba ha lanciato una provocazione al patron corallino, rilasciata al quotidiano Metropolis: Se poi il problema fossero i duemila o tremila euro per una decina di allenamenti in un impianto sportivo privato, mi posso fare promotore di una colletta per la Turris, contribuendo in prima persona. Perché la Turris non è un bene di pochi, ma un patrimonio di tutta la città. E non deve essere usata per alimentare odio e polemiche”.

Un atteggiamento che ai più è parso tutt’altro che conciliativo e che rischia di innescare nuove ripercussioni a discapito della compagine biancorossa. A questo punto una domanda sorge spontanea: se effettivamente esisteva un problema burocratico legato all’area cantieristica del Liguori, presumibilmente ancora attiva, e se effettivamente c'era l'intenzione di agevolare il lavoro del club biancorosso, perché non avvisare la Turris con largo anticipo anziché farlo poche ore prima della ripresa degli allenamenti, in modo da darle modo di trovare una soluzione di ripiego? Perché nell’ultimo comunicato del Comune, invece di evidenziare il completamento dei lavori relativi a sintetico e palazzina spogliatoi, non è stato puntualizzato che l’area non era ancora usufruibile per un certo tempo?