Primicile: "Qualcuno non ancora al top, ma il cammino è più che positivo. Su coppa e Liguori..."

15.10.2019 06:53 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Primicile: "Qualcuno non ancora al top, ma il cammino è più che positivo. Su coppa e Liguori..."

Ieri pomeriggio consueto summit squadra-società, dopo il pari di Budoni e a poche ore dal match di Coppa Italia in quel di Foggia. Ad analizzare l’attuale momento della Turris è il dg Rosario Primicile, che ritorna sul pari in terra sarda, costato il primato in classifica ai corallini: “Il 2-0 iniziale del Budoni non credo sia dovuto ad un nostro calo di concentrazione, altrimenti non saremmo rientrati in partita così presto. Ritengo che sia stato interpretato male l’inizio della partita, subendo due gol sia per qualche errore del singolo che di reparto. Però, salvo i primi 30 minuti, per il resto del match c’è stata solo la Turris in campo. I cambi del mister in corso d’opera si sono rivelati decisivi per la rimonta. Forse nell’ultimo quarto d’ora abbiamo attaccato con troppa confusione, dovuta alla frenesia di voler far gol a tutti i costi”.

Il dg corallino aggiunge: “Forse qualche elemento non sta attraversando un grande momento di forma e noi non possiamo permetterci di regalare due o tre uomini all’avversario. Tuttavia, siamo estremamente tranquilli. Abbiamo un organico vasto ed omogeneo, in grado di sopperire anche a questo tipo di eventualità. Se nonostante ciò, però, stiamo girando ad una media punti comunque importante, allora significa che questa squadra ha ancora ampi margini di miglioramento e pertanto il bicchiere non può che essere mezzo pieno. Va infatti sottolineato che fin qui la Turris sta tenendo un cammino in linea con le aspettative, rivelandosi più concreta rispetto allo scorso anno. In proiezione, al momento il nostro score è da circa 80 punti a stagione, che rappresentano sicuramente una quota promozione. Alla luce di questi dati, mi sembrerebbe assurdo mettere in discussione una squadra ed un allenatore che hanno racimolato 17 punti in 7 gare, giocando praticamente sempre fuori casa. Non vuole essere un alibi, ma alla fine il giocare sempre in un campo diverso alla lunga può incidere. Speriamo che col Muravera sia davvero l’ultima gara interna lontano dal Liguori”.  

Il Foggia è alle porte e la linea della società è chiara: Che sia coppa o campionato, la Turris deve scendere in campo per vincere sempre. Riteniamo che la rosa sia attrezzata per far bene anche su più competizioni, pertanto l'obiettivo è di andare avanti più a lungo possibile”.

Sui prossimi sviluppi in chiave Liguori: Il 24 ottobre dovrebbe riunirsi la Commissione di Vigilanza ed entro quella data saranno eseguite anche le prescrizioni necessarie all’ottenimento dell’agibilità dell’intero impianto. Se tutto procederà come previsto, il 3 novembre giocheremo al Liguori contro il Latina!”.