Moxedano ai tifosi: "No al ripescaggio e alla guerra con Gaglione. Ben venga Lombardi, Fabiano poteva evitare di..."

14.05.2013 12:37 di Vincenzo Piergallino   Vedi letture
Moxedano ai tifosi: "No al ripescaggio e alla guerra con Gaglione. Ben venga Lombardi, Fabiano poteva evitare di..."

Ha risposto alle domande poste dai suoi tifosi tramite TuttoTurris, trattando i temi che piú interessavano all’ambiente Turris. Mario Moxedano, ospite della trasmissione Golden Gol, ha analizzato a 360 gradi tutte le situazioni inerenti alla squadra corallina, scegliendo saggiamente la strada della cautela: tanta chiarezza per non illudere la piazza con false aspettative.
NO AL RIPESCAGGIO - Il patron della Turris ha ribadito il suo no ad un eventuale ripescaggio in Lega Pro: “Mi sembra di esser stato abbastanza chiaro in passato su questo argomento. Il problema non è economico. L’anno prossimo la Seconda Divisione sará complicatissima, bisogna fare un grande campionato per non retrocedere, è necessario arrivare almeno ottavi per non disputare i playout. Il rischio di ritrovarsi in D sarebbe troppo alto ed io non voglio illudere nessuno. Purtroppo la riforma è stata ratificata in corsa…”.
IL TITOLO - Moxedano ha confermato la sua volontá di riportare la denominazione Fc Turris 1944 per la prossima stagione, tendendo allo stesso tempo la mano all’ex Gaglione: “Ci stiamo lavorando. Faremo di tutto per restituire il nome alla cittá. Peró dobbiamo stare tutti tranquilli, è necessaria un’unitá d’intenti per riuscire nel nostro obiettivo. Fare la guerra a Gaglione, persona che stimo molto, non serve a niente. Siamo tutti tifosi ed in C dobbiamo andare con tutta la cittá…”.
STADIO - Sulla questione stadio il presidente della Turris ha chiamato in causa il Comune: “Ci vuole tempo per costruirne uno nuovo. Piuttosto il Comune deve darsi da fare per aggiustare il Liguori. Necessita di qualche lavoretto per essere in linea con I parametri della Lega Pro”.
LA STOCCATA A FABIANO - Moxedano ha bacchettato il suo tecnico, reo di aver dichiarato il suo addio alla Turris prima che si concludesse la stagione: “Fabiano ha sbagliato a rilasciare quelle dichiarazioni alla vigilia di una partita cosí importante come quella di domenica prossima. Non era il caso di fare certe esternazioni. Avrebbe potuto evitare…”.
LA TURRIS DEL FUTURO - Nell’intervista fiume anche un passaggio sulla Turris del futuro: “Questa è una squadra che é arrivata seconda e con un distacco di pochi punti dal primato. Penso che la rosa attuale con al massimo 3-4 ritocchi possa riuscire l’anno prossimo a vincere il campionato”.
APERTURA A LOMBARDI - Importante apertura di Moxedano a Lombardi. L’ingresso dell’attuale patrón della Casertana nella societá biancorossa non è un’utopia: “Oramai fare calcio da soli non conviene piú a nessuno. Non bisogna disperdere le forze ma unirle per fare grandi cose. Io e Lombardi siamo molto amici e abbiamo solo chiacchierato di questo tema. Per ora nulla di piú…”.
LA COPPA PER I TIFOSI - “Domenica prossima i calciatori devono pensare che quella coppa la devono vincere non per loro, non per la società, ma per la città, per quella gente. Tranne qualcuno che ci ha messo i bastoni tra le ruote, la piazza ha capito ed accettato il mio progetto. In tal senso chiedo solo pazienza e di non abbandonarci nei momento difficili”.