LE PAGELLE - Danucci reo a metà, De Rosa imperdonabile, Gallo non sfrutta il ripescaggio. Tra i nuovi si salva…

 di Nello Giannantonio  articolo letto 1007 volte
DANUCCI (FOTO VARO)
DANUCCI (FOTO VARO)

ABAGNALE 6: sullo 0-1 compie un bell’intervento in uscita bassa che tiene (ancora per poco) in partita la Turris, anche se ultimamente le parate importanti non gli riescono più nei momenti topici.

GALLO 5: torna titolare dopo un bel po’. Tiene botta, poi denota i risaputi limiti, almeno quando viene imiegato da terzino: piede spesso ruvido in impostazione e l’aggravante di un’uscita fuori posizione in occasione del vantaggio siculo.

PERINELLI 5.5: su e giù per quella fascia sinistra, solita prestazione senza infamia e senza lode (dal 38' st  LOMBARDI S.V.)

DE ROSA 5: l’uomo poteva cambiare volto a partita e stagione concede un indigesto revival della rubrica “Questo lo segnavo anch’io” quando nel primo tempo, dopo un caparbio recupero in pressing alto, spara alle stelle a tu per tu col portiere. La sintesi del suo girone d’andata: tanta corsa e volontà, poca qualità nelle giocate.

SALVATORE 5.5: insieme a tutto il reparto ci mette un po’ nel prendere le misure, poi non sfigura prima di essere sostituito per esigenze tattiche (dal 25' st OMAR JOOF 6: pulito nel fare il suo compitino, non si prende mai la responsabilità di una giocata più incisiva. Meriterebbe comunque più considerazione).

DI GIROLAMO 5.5: un paio di sbandate non da lui in avvio, poi la sua possente presenza nei recuperi e nel far ripartire l’azione torna quella di sempre, prima delle infilate finali che prende la squadra protesa all’attacco.

MORELLA 5: l’inizio stagione aveva fatto pensare che potesse rivelarsi un importante jolly. Sfiora il gol con una traversa di testa, ma ultimamente delude sempre quando parte dall’inizio (dal 18' st TEDESCO 5.5: tutto mancino, ha certamente qualità, ma non incide nel finale nemmeno sui calci da fermo. Da rivedere da titolare in un 4-3-3 puro).

DANUCCI 5: se il fatidico gesto (comunque da evitare) dell’intervallo fosse stato volontario, sarebbe stato generso persino un 4 in pagella considerato il delicatissimo momento della squadra. Da quanto appurato, tuttavia, la pignoleria dell’assistente di linea nell’occasione pare essere stata eccessiva e fuoriluogo nel pretendere l’espulsione del capitano della Turris, che per la verità nei primi 45 minuti non era stato così presente nel vivo dell’azione come nelle ultime domeniche.

TARALLO 5.5: qualche sprazzo del Tarallo che fu. Ancora troppo poco per somigliare al centravanti decisivo del girone d’andata scorso. Come quando, ad esempio, non è reattivo sottoporta nel correggere in rete un colpo di testa di Salvatore.

IMPROTA 6: generoso e mobile sul fronte offensivo, mostra una discreta condizione e caratteristiche finalmente nuove tra i componenti dell’attacco corallino. Per ora, la sensazione che sia arrivato a Torre troppo tardi…

SOMMA 5.5: in leggero calo nell’ultimo periodo, nonostante la sua partita la faccia sempre, sia da esterno che da interno di centrocampo.

ALL. BARATTO 6: pur incerottata, nel primo tempo la sua squadra produce paradossalmente più occasioni di tutte le gare interne del girone d’andata. Chiaro che l’espulsione di Danucci lo penalizzi, dopodiché non trova la mossa vincente pur mischiando le carte. Mezzo voto in più per non essersi sottratto – tutto solo - al confronto con gli esasperati tifosi rimasti all’esterno dello stadio dopo l’ennesima sconfitta casalinga.